The printpage preview is generated by JE PrintPage component Hide

              Tratto da Cascina Macondo www.cascinamacondo.com

 


 

spazi esterni della Cascina Stampa
Votazione Utente: / 2
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Super Amministratore   
Mercoledì 11 Agosto 2010 16:06

 

logomacondo

Benvenuto in Cascina Macondo
Associazione di Promozione Sociale

 

lo statuto di Cascina Macondo

 

SERVIZIO FOTOGRAFICO A CURA DI DOMENICO BENEDETTO
E FRANCESCO ODDENINO

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

LA FORESTERIA "TIZIANO TERZANI" DI CASCINA MACONDO

IL SALONE "GIBRAN" DI CASCINA MACONDO

GLI SPAZI INTERNI DELLA CASCINA

GLI SPAZI ESTERNI DELLA CASCINA




esterno1
facciata esterna a sud-est

 

esterno2
vista da ovest

 

ingresso3
ingresso col fico, la fontana, la vasca, il bidone

 

cortileingresso2
ingresso al cortile "Alce Nero" e ingresso al Laboratorio di Ceramica

 

cortileingresso
ingresso al cortile "Alce Nero"

 

cortilevuoto
il cortile "Alce Nero"

 

cortileombrellone
lo spazio Hemingway nel cortile "Alce Nero"


stallette
le stallette "Issa" - "Buson" - "Shiki"

 

tettoia3
lo spazio "Andersen" sotto la tettoia

 

tettoia1
lo spazio Andersen e le stallette

 

tettoia4
lo spazio Andersen e le stallette

 

retro1
il retro - spazio "Grazia Deledda"

 

retro2
il retro - spazio "Grazia Deledda"

 

retro3
il retro - spazio Grazia Deledda

 

retro4
il retro - spazio "Grazia Deledda"

 

 

 

dettagli sculture, addobbi, installazioni, maschere...

fornoesterno  maschere  muro

muretto  salice  scudo

alberoceramica  casettaquadri  lampade

statuenarratori  tettoia2  forno

maniargilla  scudo  sole

 

 

5x100
 
 

Il nome "Macondo" che abbiamo dato alla nostra Cascina nel 1992
proviene dal libro "Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcia Marquez

" Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche.  Il mondo era così  recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito. Tutti gli anni verso il mese di marzo,  una famiglia di zingari cenciosi piantava la tenda vicino al villaggio, e con grande frastuono di zufoli e tamburi faceva conoscere le nuove invenzioni. Prima portarono la calamita. Uno zingaro corpulento, con barba arruffata e mani di passero, che si presentò col nome di Melquìades, diede una truculenta manifestazione pubblica di quella che egli stesso chiamava l'ottava meraviglia dei savi alchimisti della Macedonia.  Andò di casa in casa trascinando due lingotti metallici, e tutti sbigottirono vedendo che i paioli, le padelle, le molle del focolare e i treppiedi cadevano dal loro posto,   e i legni scricchiolavano per la disperazione dei chiodi e delle viti che cercavano di schiavarsi,  e perfino gli oggetti
perduti da molto tempo comparivano dove pur erano stati lungamente cercati,  e si trascinavano in turbolenta sbrancata dietro ai ferri magici di Melquìades…"

 

Si ringrazia Gabriel Garcia Marquez per aver scritto e regalato agli uomini un così grande libro. A lui la nostra gratitudine e il nostro affetto.

 

 

 

CASCINA MACONDO - ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE
Cèntro Nazionale pér la Promozióne délla
Lettura Creativa ad Alta Vóce e Poetica Haiku
Borgata Madonna della Rovere, 4
10020 Riva Presso Chieri (TO) - Italia
tel/fax 0039-011 / 94 68 397 - cell. 0039-328 4262 517
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.cascinamacondo.com

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Luglio 2011 06:51 )
 

 



 

 

Tratto da Cascina Macondo www.cascinamacondo.com