Home Archivio News-Eventi Bianca Brandi - una sessione di esame
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Bianca Brandi - una sessione di esame PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
cassetto degli articoli - armadio degli articoli
Scritto da Super Amministratore   
Venerdì 22 Luglio 2011 14:20

 

                                           SMETTERE O CONTINUARE...?


Hai letto questo testo di Scritturalia?

Esprimi il tuo apprezzamento, da scarso a ottimo.
Non è un concorso. Non c’è nessun premio. Tu e l’autore non vincerete nulla.
Perché votare allora? Semplicemente perché il tuo giudizio di lettore anonimo,
onesto, schietto e disinteressato, potrà essere utile all’autore.
La tua disponibilità a un semplice click come stimolo per lo scrittore/scrittrice
a ripensare e a migliorare la propria scrittura…

 

scritturaliafoto

Affresco romano "Donna con stilo e libro" (detta Saffo)
Pompei, 50 dopo Cristo. (Napoli-Museo Archeologico Nazionale)

che cos’è SCRITTURÀLIA


LEGGI I RACCONTI DI SCRITTURALIA



possibilità di pernottamento
presso la Foresteria “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo
a costi di Bed and Breakfast

 

LOGO
Cascina Macondo
Centro Nazionale per la Promozione della
Lettura Creativa ad Alta Voce e Poetica Haiku
Borgata Madonna della Rovere, 4  -  10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italy
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. www.cascinamacondo.com

 

 

 

UNA SESSIONE DI ESAME

di Bianca Brandi
Cascina Macondo - Scritturalia, domenica 12 febbraio 2006





Sono molto tesa e nervosa, questo è un esame particolarmente impegnativo.
È proprio vero che per quanti esami si possano fare, non si perde mai quell’incertezza, quel sottile senso di panico che prende davanti alla cattedra.
Beh, veramente qui non c’è cattedra.
E che dire di quel balbettio che esce dalla bocca ogni volta che il professore pone una domanda? Sembra che anche dire il proprio nome e cognome possa diventare un’impresa titanica.
Ma veramente qui non c’è neanche il professore e neppure un collegio di docenti. Questo è un esame fuori dagli schemi classici della scuola e dell’università.
Quello che di più mi stressa è la quantità di volte che questo esame si deve sostenere. Praticamente, tutte le mattine.
Tutte le sante mattine che Domine Iddio manda sulla terra, lo stesso esame.
È vero, non ci sono né cattedre né professori, ma c’è ben altro. Anche le materie sono poco incoraggianti. Niente di convenzionale, non la matematica e il greco che ci terrorizzavano al liceo, non la terribile entomologia che mi ha tolto l’appetito all’università. No, ci sono ben altre prove, che fanno impallidire quegli spauracchi.
Basta, meglio che si cominci subito. Guardiamo la prova di oggi, tanto quest’ attesa è un’agonia. Ho preso tutti miei amuleti portafortuna? Il corno di corallo, la zampa di coniglio, le mutandine rosse di Capodanno e la medaglietta di Padre Pio? Sì, c’è tutto; in questi casi è meglio avere una buona protezione da parte di tutti, non si può privilegiare il sacro o il profano, ci vuole proprio una difesa completa.
Basta, basta, non ne posso più, voglio cominciare. Si vede che lassù qualcuno mi ascolta, perché sento subito il fischio d’inizio: eccolo, è il terribile trillo della sveglia.
Presto, non c’è più tempo per ripassare, devo cominciare subito. Guardo gli argomenti e le prove di oggi: ce ne sono alcune classiche e ripetitive, altre specifiche per la giornata.

·    Superare con successo la riapertura degli occhi, malgrado il sonno e un po’ di trucco residuo che causa gonfiore delle palpebre.
·    Riuscire a svegliare la figlia con dolcezza per non farle cominciare male la giornata, in caso di prova non superata con successo, tutte le prove successive saranno gravate di un ulteriore handicap.
·    Contenere l’urlo che sale alla bocca quando qualcuno occupa il bagno in modo prolungato e privo di apparente utilità: anche qui il non superamento prevede l’handicap di una litigata mattutina col marito che peggiorerà il rendimento delle prove successive.
·    Arrivare con successo a scuola (e in orario) e quindi al lavoro.
·    Affrontare l’ambiente di lavoro. Per oggi sono previsti 2 clienti insoddisfatti dei rendimenti conseguiti e uno che si rifiuta di pagare le imposte; inoltre un collega (maschio) con un attacco isterico che vede complotti ai suoi danni dappertutto, e l’altro con un irrimediabile e contagioso pessimismo cronico su tutta la vita.
·    Recuperare la figlia, affrontare con successo il problema del pranzo, che deve essere rapido, nutriente, con pochi grassi e saporito, pena l’averlo preparato invano.
·    Affrontare con calma olimpica lo studio pomeridiano della prole: aiutare ma non troppo, sostenere ma non sostituirsi, verificare ma senza essere asfissiante, pena temutissime turbe psicologiche che accompagneranno l’infante per tutta la vita.
·    Rispondere nel frattempo a chiamate di parenti variamente impegnati e quindi sempre indisponibili a porgere aiuto. Tranquillizzare su qualche argomento a piacere una madre in età più che matura che vede fantasmi ovunque.
·    Risolvere con destrezza il problema della cena, che deve essere sfiziosa, buona e sempre diversa, ma con un costo veramente contenuto e preparata come se si fosse al ristorante.
·    Imporre con delicata fermezza un orario per mandare a dormire la figlia, quindi guardare il marito che crolla addormentato e ronfante sul divano, con cui è impossibile la benché minima comunicazione, senza provare alcun moto di stizza, anzi considerando solo le di lui esigenze e accontentandosi di ascoltare le tv col sottofondo di ronfi e russamenti.
·    Andare a dormire e riuscire a prendere sonno ben sapendo che domani tutto ricomincerà daccapo, con aggiunte varie ed eventuali di sgradevolezze impreviste.

Risolvere in 24 ore, 24 ore, 24 ore, 24 ore…

 

 

5x100

 
 
 

 LA FORESTERIA "TIZIANO TERZANI" DI CASCINA MACONDO

IL SALONE "GIBRAN" DI CASCINA MACONDO

GLI SPAZI INTERNI DELLA CASCINA

GLI SPAZI ESTERNI DELLA CASCINA

 

 

Il nome "Macondo" che abbiamo dato alla nostra Cascina nel 1992
proviene dal libro "Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcia Marquez

" Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche.  Il mondo era così  recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito. Tutti gli anni verso il mese di marzo,  una famiglia di zingari cenciosi piantava la tenda vicino al villaggio, e con grande frastuono di zufoli e tamburi faceva conoscere le nuove invenzioni. Prima portarono la calamita. Uno zingaro corpulento, con barba arruffata e mani di passero, che si presentò col nome di Melquìades, diede una truculenta manifestazione pubblica di quella che egli stesso chiamava l'ottava meraviglia dei savi alchimisti della Macedonia.  Andò di casa in casa trascinando due lingotti metallici, e tutti sbigottirono vedendo che i paioli, le padelle, le molle del focolare e i treppiedi cadevano dal loro posto,   e i legni scricchiolavano per la disperazione dei chiodi e delle viti che cercavano di schiavarsi,  e perfino gli oggetti
perduti da molto tempo comparivano dove pur erano stati lungamente cercati,  e si trascinavano in turbolenta sbrancata dietro ai ferri magici di Melquìades…"

 

Si ringrazia Gabriel Garcia Marquez per aver scritto e regalato agli uomini un così grande libro. A lui la nostra gratitudine e il nostro affetto.
 
 
 
 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 01 Agosto 2011 08:49 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare