Home Archivio News-Eventi CHI HA VARCATO LA SOGLIA TESTIMONIANZA N°2 DI CARMELO MUSUMECI
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
CHI HA VARCATO LA SOGLIA TESTIMONIANZA N°2 DI CARMELO MUSUMECI PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Super Amministratore   
Venerdì 15 Gennaio 2021 19:41

 

TESTIMONIANZE DI

CHI HA VARCATO LA SOGLIA

 

 mettere a confronto i diversi punti di vista per

SVELARE IL CARCERE,

con l’augurio che le molteplici storie personali di coloro che,

a qualunque titolo, hanno varcato la soglia del carcere, condivise,

possano essere spunto di riflessione,

arricchimento intellettuale e letterario

 

TESTIMONIANZA N°2

 

IL REGIME DEL 41 BIS

di Carmelo Musumeci – detenuto ergastolano

nel file mp3 legge Pietro Tartamella

 

 
Ultimamente mi stanno scrivendo diversi laureandi che stanno preparando la tesi sulla tortura del regime del 41 bis prevista dal nostro ordinamento penitenziario.
Penso che sia importantissimo che i giovani, nelle loro tesi di laurea, s’interessino e scrivano delle conseguenze che porta questo terribile regime. Molti non sanno, e altri fanno finta di non sapere, che questo girone infernale crea dei mostri vegetali, perché dopo alcuni anni il prigioniero non pensa più a niente e diventa solo una cosa fra le cose.

Anna, che si sta laureando in giurisprudenza, l’altro giorno mi ha chiesto: “Che cos’è il regime di tortura del 41 bis?”.
Pur sapendolo, perché l’ho subìto per cinque lunghi anni, con un anno e mezzo d’isolamento totale, mi sono accorto che non è facile rispondere a questa domanda, perché è come se ti chiedessero cos’è l’inferno. Le ho detto che in queste sezioni ci sono donne e uomini che non abbracciano figli, padri, nipoti e madri da anni e anni. È un regime dove perdi totalmente la gestione della tua vita, spesso anche dei tuoi pensieri. Ti spogliano della tua identità. Diventi a tutti gli effetti un fantasma. Ti levano anche lo specchio, per non farti specchiare, per farti sentire un’ombra. Ti spogliano la cella di tutti i tuoi oggetti. Ti censurano la posta per toglierti la solidarietà esterna e l’intimità dei tuoi sentimenti. Ti isolano. Ti emarginano come i dannati all’inferno, ma almeno questi, si dice, hanno la compagnia dei diavoli.

Alla fine ad Anna ho raccontato un episodio di quando ero sottoposto al regime di tortura del 41 bis nell’isola del Diavolo dell’Asinara.

Era il 1992. Mi trovavo nella cella liscia. Ero in isolamento. Non vedevo e non parlavo con nessuno. La mia cella sembrava una scatola di sardine. Un fazzoletto di cemento, con una branda piantata sul pavimento. Un tavolino di pochi centimetri inchiodato al muro. Una finestra con doppie sbarre, una porta blindata spessa una spanna. Un bagno turco aperto senza nessuna riservatezza e, al lato, un piccolo lavandino. Lo spazio nella cella era minimo.  A malapena riuscivo a stare in piedi per fare giusto qualche passo avanti e indietro. Probabilmente un animale, vivendo in quel modo, sarebbe morto.
Io invece sono riuscito a sopravvivere.
Una notte, era l’ultima dell’anno, era passata la mezzanotte e le guardie stavano festeggiando rumorosamente l’anno nuovo. Erano ubriachi. Davano calci ai blindati e urlavano insulti verso di noi. Intuii che presto sarebbero venuti a divertirsi con me. Non mi sbagliavo. Arrivarono. Aprirono la cella ed entrarono. Ridevano. Erano ubriachi. Imprecai contro di loro, e loro iniziarono a colpirmi con i pugni. Quando poi fui a terra, iniziarono a colpirmi con i piedi. Per ripararmi mi trascinai sotto la branda. Le guardie fecero più fatica a colpirmi e presto si arresero e andarono a divertirsi con qualche altro detenuto.

Infine, ho detto ad Anna che adesso il regime di tortura del 41 bis è ancora peggiore e si sa ancora di meno di quello che avviene, perché quei prigionieri hanno smesso di vivere, pensare, sognare e sperare.

 


chi ha varcato la soglia - il progetto

testimonianza n° 1 di Alice Montaldo - nel file mp3 legge Nagi Tartamella

testimonianza n° 2 di Carmelo Musumeci - nel file mp3 legge Pietro Tartamella

testimonianza n° 3 di Pietro Catalano - nel file mp3 legge Florian Lasne

testimonianza n° 4 di Machiko Takahashi - nel file mp3 legge Roberta Moschella

testimonianza n° 5 di Rossella Scotta - nel file mp3 legge Silvia Restagno

testimonianza n° 6 di Anna G. - moglie di un detenuto
nel file mp3 legge Nagi Tartamella

testimonianza n° 7 di Emilio Toscani - nel file mp3 legge Florian Lasne

testimonianza n° 8 di Bruna Chiotti - nel file mp3 legge Silvia Restagno

testimonianza n° 9 di Antonia Di Polito - nel file mp3 legge Nagi Tartamella


testimonianza n° 10 di Anonimo - P.S. detenuto
nel file mp3 legge Pietro Tartamella

testimonianza n° 11 di Raul Bucciarelli - nel file mp3 legge Matteo Volpato

 testimonianza n° 12 di Mariella C. - nel file mp3 legge Luana Varagnolo

 

 

 MEDIA PARTNERS

Corriere di Chieri e Dintorni,
F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori)

Italia che Cambia
,
Narrabilando blogspot
,
Piemonte Mese,

Lo racconto proprio a te blogspot,

Radio Banda Larga,

Argomenti di Psicologia e Psicoterapia
Newsletter Gianni Donaudi
L'Altra Riva di Francesca De Carolis

Motore di Ricerca città di Torino

Senza Fine Blog di Renata Rusca

 

 

 unione buddhista italiana   cascina macondo

      centro hokuzenko  corriere di chieri   italia che cambia    fara editore  

   piemonte mese    fita     logo lo racconto proprio a te     radio banda larga

   argomenti di psicologia e psicoterapia    motore di ricerca

 


Cascina Macondo A.P.S. (Associazione di Promozione Sociale)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   -  www.cascinamacondo.com

 

dona il 5 x 1000 della tua dichiarazione dei redditi, non costa nulla,

e il veliero di Macondo avanza nel mare di un altro miglio

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 25 Marzo 2021 17:21 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare