Home Archivio News-Eventi RCT – RESOCONTO VACANZA AL MARE 2018 A RIVA DEI TARQUINI
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
RCT – RESOCONTO VACANZA AL MARE 2018 A RIVA DEI TARQUINI PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Tartamella   
Giovedì 06 Settembre 2018 18:18

 

RCT – RESOCONTO

VACANZA AL MARE “TRA TERRA E CIELO”

A RIVA DEI TARQUINI

 

e laboratorio di lettura ad alta voce

settimana dal 4 all’11 agosto 2018

 

di Pietro Tartamella

foto di Silvia Cremaschi

 

 

 

pubblico
 

 


dino suona Una settimana di vacanza
davvero speciale,
non solo per me,
ma anche per i campeggiatori
ospiti di “Tra Terra e Cielo”.

 
Da anni non prendevo il sole
e non facevo bagni al mare
dove, letteralmente,
stavo “a mollo”  ogni giorno
per due ore. 

 

 lettrice

Dalle foto (avevo solo queste)
non si vede il contesto in cui siamo immersi.
Ma immaginate di essere nel cuore
di una vasta pineta silenziosa, fresca,
in provincia  di Viterbo,
a Riva dei Tarquini,
a 90 chilometri da Roma,
dove si respira un’aria etrusca
che ti attraversa la pelle e le narici,
e che a poche decine di metri si stende
una spiaggia di sabbia scura e un mare calmo
con acqua così tiepida
da fare invidia alla camomilla.
lettore


Una porzione del vasto
Camping Europing

è gestita dall’associazione
Tra Terra e Cielo

fondata da Maurizio Baldini,
che organizza ogni anno,
dal metà giugno a metà settembre,
settimane particolari di vacanze macrobiotiche.
Confesso che pur non essendo vegano,
ho mangiato cibo vegano, cucinato da Cinzia,
senza patire troppo l’abbandono
del mio consueto modo di mangiare.
Però due volte ho sentito il bisogno
di trasgredire
con due cartocci di frittura mista
sulla spiaggia,
al bar pizzeria-ristorante Corto Maltese.
E una volta con due etti

pietro e bimbadi prosciutto crudo locale
comprato al supermercato.
Ma nessuno si è scandalizzato.


Il campeggio è davvero grande,
con centinaia di bungalows, roulotte,
tende, camper.
Un vero villaggio che ha perfino una piazza
dove la sera ci sono spettacoli ed eventi
e intorno alla quale sorgono pizzerie,
bar, ristoranti, negozi e supermercato.
Malgrado il campeggio sia così grande,
c’è silenzio tra le tende,

lettrice pietro bimbae i pini stormiscono
quando al mattino e al tramonto
soffia il salutare venticello.

 
Gli ospiti campeggiatori di Tra Terra e Cielo,
accolti da Vanda, si sono sistemati nelle tende
o nei bungalow. Io sono arrivato col camper.

Gli ospiti possono partecipare
ai diversi laboratori proposti per quella settimana
(compresi nel prezzo)
e alle escursioni del mercoledì,
con una guida esperta,
nelle zone etrusche limitrofe.

 


pietro e fogli

 

Al mattino
alle 7.00
seguivo
sulla spiaggia
il laboratorio Shiatsu
condotto
da Emilia Bacanu.


La sera partecipavo
alle danze popolari
occitane
di Manuela Barale.

 

 

Francesca Cenciarelli
conduceva
nel pomeriggio
giochi d’arte rivolti ai bambini.

 
Il mio laboratorio di lettura ad alta voce

lettorecominciava alle ore 11.00 e terminava alle 13.00
ora del pranzo.


Si è formato un bel gruppo
molto motivato che ha seguito costantemente le lezioni,
anche le mamme che avevano i loro bambini gironzolanti.

 
Lusinghiero il fatto di sentire da Enrico
(che quattro anni prima aveva già seguito
un mio corso di lettura
al Circolo dei Lettori di Torino),
che ha scelto di venire a Riva dei Tarquini
quella stessa settimana in cui sapeva
che c’era il mio corso di lettura.
E’ stato un piacere rivederlo.


Il gruppo si è mostrato affiatato,
simpatico, divertente, solidale. 

A fine settimana, il venerdì,
era prevista una “restituzione”,
a tutti gli ospiti presenti, del lavoro fatto.

Ho pensato che la cosa migliore fosse
di far cimentare gli allievi
nella lettura di favole 

lettori seduti tratte dal libro
Un giorno e una notte
– 157 favole di comunità
,
cogliendo l’occasione
per presentarlo a tutti gli ospiti.


Insomma, una bella settimana,
da ripetere l’anno prossimo,
con lo stesso laboratorio
di lettura ad alta voce,
ma anche, perché no,
con un laboratorio di poetica haiku,
o di scrittura creativa,
o di ceramica, o di danzateatro.

 


pietro e manuela

 

  So che è presto ancora,
  ma almeno l’augurio
  di ritornare
  a Riva dei Tarquini 
  l’anno prossimo!

  Ciao da Pietro

 

 

 

 

 

 

 

lettore
 
 
 
lettrice

 

danze in cerchio

 

danze occitane

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 07 Settembre 2018 15:04 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Abolizione dell'ergastolo