Home Archivio News-Eventi GITE DIDATTICHE A CASCINA MACONDO - percorso Poetica Haiku
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
GITE DIDATTICHE A CASCINA MACONDO - percorso Poetica Haiku PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Super Amministratore   
Sabato 01 Settembre 2018 10:04

 

Macondoscuola


con l'inizio dell'anno scolastico
le insegnanti programmano le uscite didattiche.
Destinazione per l'anno 2019? 
Cascina Macondo!


Ai Direttori Didattici, ai Consigli d'Istituto, agli Insegnanti

delle Scuole Elementari.

 

Ai Presidi e Professori

delle Scuole Medie, Medie Superiori, Licei

 

ai genitori con figli in età scolare

 

 

 

POETICA HAIKU

per Scuole Elementari (classi 3° - 4° - 5°)
e Scuole Medie, Medie Superiori, Licei

 

62 buoni motivi per insegnare l'haiku nelle scuole

 

Avvicinarsi, attraverso un coinvolgente percorso esperienziale, alla Poetica Haiku al fine di scoprirne le potenzialità di gioco, creatività, apprendimento, confronto.

 


PREMESSA    L'Haiku è un brevissimo componimento poetico formato da soli tre versi. Il primo verso contiene 5 sillabe, il secondo 7 sillabe,  il terzo 5 sillabe. L' Haiku è nato in Giappone nel diciassettesimo secolo. Nei licei americani si insegnano le tecniche per scrivere Haiku. Anche in  Marocco lo si insegna nelle scuole. In Senegal si organizza ogni anno un concorso. In Giappone si calcola che più di dieci milioni di persone si dilettano a scrivere Haiku. Un haiku di Sono Uchida (Giappone):

gli alberi spogli
sulle sponde del fiume
ora s’ignorano


OBIETTIVI     Cimentarsi con gli Haiku significa osservare il mondo con occhio attento. Costringe a liberarsi delle sovrastrutture, delle parole inutili e superflue. Ci spinge a "guardare" e soprattutto a "cogliere" l'essenza di un accadimento di cui siamo testimoni,  la sostanza di una esperienza, il centro di una emozione.  Poesia di semplicità, contenimento, profondità, concentrazione, essenzialità, bellezza. Una grande scuola di vita e di riflessione.


PROGRAMMA E METODOLOGIA   Attraverso  esercitazioni pratiche si esplorano le sillabe, la divisione in sillabe delle parole italiane, i principali fenomeni metrici (crasi, anasinalefe, episinalefe),  le parole tronche, piane, sdrùcciole, bisdrùcciole. Il ritmo trocheo, giambico, dàttilo, molosso (esercizi con tamburo e percussioni), il ribaltamento semantico, la pregnanza semantica, il Kigo, il Piccolo Kigo, i quattro stati d’animo fondamentali (Sabi, Wabi, Aware, Jugen), la lettura ad alta voce dell’haiku, l’interpretazione. Esempi di haiku, scrittura di haiku da parte degli allievi, analisi collettiva e perfezionamento degli haiku prodotti.


VISIBILITÀ   Gli Haiku composti durante il laboratorio potranno essere inviati, se gli allievi lo desiderano, al Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana che Cascina Macondo organizza ogni anno

 
 

Quando Come Quanto

  • Il presente percorso si svolge nel mese di Marzo.
  • Dalle ore 9.30 alle 15.30.
  • Costo dell’ intera giornata: Euro 400 + iva 
    sono compresi: docenza, uso del laboratorio e degli attrezzi, piccola dispensa, Raccontastorie.

    IL COSTO NON È A PERSONA, MA A GIORNATA
          PER QUESTO PERCORSO POSSIAMO OSPITARE AL MASSIMO 40 RAGAZZI
 
          FATTURAZIONE ELETTRONICA: OK
  • Il percorso verrà adattato alla tipologia delle classi.
  • Pranzo al sacco che ragazzi e insegnanti portano con sé da casa o dalla scuola.

  • OCCORRENTE. Ogni allievo munito di: penna, quaderno o bloc-notes
 

Si prega di prenotare con sufficiente anticipo.

Le proposte di Cascina Macondo
hanno carattere specificatamente didattico-pedagogico.

Per il rispetto dell’autonomia dei bambini non è prevista la presenza di uditori.

 

Lo stesso percorso, con gli opportuni adattamenti,
può essere svolto in classe presso la sede della scuola

 

VAI A TUTTE LE PROPOSTE DIDATTICHE

 

come si arriva a Cascina Macondo...

 

 Cascina Macondo sorge tra campi di grano e mais
lungo la strada che da Riva porta a  Poirino.
D'inverno ancora vi si raccontano storie intorno al fuoco

 

possono parlarvi di noi

 

 

logo macondo

dona il 5 x 1000 della tua dichiarazione dei redditi, non costa nulla,
e il veliero di Macondo avanza nel mare di un altro miglio

 - una pagina per vela e via col vento -

 

Si informano gli insegnanti e i genitori che è possibile acquistare,
a ricordo della giornata trascorsa in cascina,
piccoli manufatti dell’ingegno a misura di adulto e di bambino
prodotti nei nostri laboratori integrati.
Il ricavato è a sostegno dei progetti di Cascina Macondo rivolti alla disabilità.
A sostegno degli stessi progetti i genitori possono destinare a Cascina Macondo,
se lo desiderano, il 5 per mille della loro dichiarazione dei redditi.

Ricorda (e ricòrdalo al tuo commercialista) di compilare
sul foglio della dichiarazione dei redditi il primo riquadro in basso
(S P A Z I O   A   S I N I S T R A),
quello che dice:
"sostegno del volontariato
e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale"
.

INSERISCI NELLO SPAZIO IN BASSO A SINISTRA
DELLA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
IL N° DELLA PARTITA IVA DI CASCINA MACONDO:  n° partita IVA:   06598300017

 

 

PRODOTTI E MANUFATTI

 

quaderni d'autore di Cascina Macondo (cm. 18 X 21 - 36 pagine)

 

quaderno fiori quaderno delfini quaderno foglia quaderno grano quaderno monti

quaderno terrazza quaderno palloncini quaderno parole quaderno aquiloni quaderno carcere

  quaderno spine quaderno fuoco quaderno macondo quaderno tenda indiana quaderno raku

  quaderno soffione quaderno fulmine quaderno viso quaderno due facce quaderno pesce

 

 

LE CARTOLINE

     
IL CANE E IL CANARINO

 

   by Harmless-Ajdi Tartamèlla
   progètto Òmnia Fàbula Cascina Macondo,  
   fàvola  “Il cane e il canarino” stampata sul rètro

 

 

 

 

LA PRINCIPESSA E LA COCCINELLA

 

 

 

  by Harmless-Ajdi Tartamèlla
  progètto Òmnia Fàbula Cascina Macondo, 
  fàvola  “La principessa e la coccinèlla 
stampata sul rètro

 

 

 

 

 

 

IL CORVO E LA VOLPE 

 

 

  by Harmless-Ajdi Tartamèlla
  progètto Òmnia Fàbula Cascina Macondo, 
  fàvola  “Il còrvo e la volpe 
stampata sul rètro

 

 

 

 

 

 

LA GALLINA E IL SERPENTE

 

 

  by Harmless-Ajdi Tartamèlla
  progètto Òmnia Fàbula Cascina Macondo, 
  fàvola  “La gallina e il serpènte 

  stampata sul rètro

 

 

 

quaderno tenda indiana

 

 

  La tènda indiana (tepee)
  del Raccontastòrie di Cascina Macondo

 

 

 

 

 

 

 

 i libri di Cascina Macondo

un giorno e una notte favole  a piedi scalzi   TRAM NUMERO 4

 

 
tavoli una rondine libro questofilo
   

 

 

 

 

 

 

 

 POETI TENDAma non la lunail rospo rintanatoun sasso nella manociao maestro

 

copertina-libro-doveposalaneve.jpg - 777.94 Kb

a tiràr sera

copertina la stretta di mano e il cioccolatino

fili invisibili

oltre l'autunno  

 

   BRIOGRAFIA cattedrale gente vanchigliahansel e gretel

poesia d'amorelettera apertaHINSOL E GROTOL poesie circo

 poesie edicolantepoeta alberosignora ferroviescorreggia

poesie sperimentali

 

COME SI ARRIVA A CASCINA MACONDO

 

 LA FORESTERIA "TIZIANO TERZANI" DI CASCINA MACONDO

IL SALONE "GIBRAN" DI CASCINA MACONDO

GLI SPAZI INTERNI DELLA CASCINA

GLI SPAZI ESTERNI DELLA CASCINA

 

 

Il nome "Macondo" che abbiamo dato alla nostra Cascina nel 1992
proviene dal libro "Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcia Marquez

" Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche.  Il mondo era così  recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito. Tutti gli anni verso il mese di marzo,  una famiglia di zingari cenciosi piantava la tenda vicino al villaggio, e con grande frastuono di zufoli e tamburi faceva conoscere le nuove invenzioni. Prima portarono la calamita. Uno zingaro corpulento, con barba arruffata e mani di passero, che si presentò col nome di Melquìades, diede una truculenta manifestazione pubblica di quella che egli stesso chiamava l'ottava meraviglia dei savi alchimisti della Macedonia.  Andò di casa in casa trascinando due lingotti metallici, e tutti sbigottirono vedendo che i paioli, le padelle, le molle del focolare e i treppiedi cadevano dal loro posto,   e i legni scricchiolavano per la disperazione dei chiodi e delle viti che cercavano di schiavarsi,  e perfino gli oggetti
perduti da molto tempo comparivano dove pur erano stati lungamente cercati,  e si trascinavano in turbolenta sbrancata dietro ai ferri magici di Melquìades…"

 

Si ringrazia Gabriel Garcia Marquez per aver scritto e regalato agli uomini un così grande libro. A lui la nostra gratitudine e il nostro affetto.

 

 

CASCINA MACONDO
Centro Nazionale per la Promozione della
Lettura Creativa ad Alta Voce e POETICA HAIKU
Borgata Madonna della Rovere, 4 
10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italy
tel. 011-9468397 - cell. 328 42 62 517
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    -   www.cascinamacondo.com

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 08 Novembre 2018 08:59 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Abolizione dell'ergastolo