Home Archivio News-Eventi lettere e parole SUL&DAL carcere
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
lettere e parole SUL&DAL carcere PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Tartamella   
Domenica 27 Maggio 2018 07:15

 

bilancia giustizia

SUL & DAL

lettere e parole SUL & DAL  carcere

 

in queste pagine articoli, riflessioni, analisi, poesie e racconti, testi vari che trattano del carcere, del diritto, della giustizia, della legalità. Contributi di detenuti, giudici, avvocati, intellettuali, cittadini qualunque...    

 
 
 
 

 

VORREI ESSERE UN MAGO, di Gian Luca Landonio
Sì, un mago, uno di quei maghi che si vedono in televisione, quei maghi potenti, vestiti con enormi mantelli lunghi fino a coprire i piedi, e con quei cappelli stravaganti e così colorati da renderli perfino buffi, quei maghi che con la loro bacchetta magica, o per merito delle loro pozioni...

 

Le qualità che dovrebbe avere un insegnante,
di Francesco Sorrentino
per gentile concessione dell'autore e dell'Istituto "Soleri-Bertoni" di Saluzzo
Prima di addentrarmi nel perché ho scelto, come qualità di un insegnante, carisma, chiarezza e motivazione, è doveroso fare una premessa per non essere equivocato.
Michele Serra, autorevole giornalista e intellettuale di sinistra, nel suo articolo sul bullismo nelle scuole, un po’ retrò a mio avviso, è stato accusato di classismo.
Poiché io sono un ex camorrista mi si potrebbe dire:...

 
 
lettera di Ahmad Masalmeh a Mimmo Agreste
Mio carissimo Amico Domenico, mi hai chiesto di lasciarti un pensiero scritto perché tu possa... 

 
 
ELOGIO DEL DIALOGO, di Ahmad Masalmeh
Questa breve raccolta di scritti, composti in tempi e circostanze diversi, vuole essere un contributo tangibile all'argomento del dialogo, o, meglio, dei dialoghi presenti in un essere pensante.
I vari argomenti sono un esempio delle diversissime contingenze nelle quali è essenziale per ognuno poter dialogare, con se stesso, con il prossimo e con il mondo che lo circonda. I vari argomenti, apparentemente slegati tra loro, sono in realtà il prodotto della poliedricità presente in ogni uomo. La difficoltà delle situazioni rappresentate non consente di essere né esaustivi, né conclusivi, e vanno considerati anche i limiti dello scrivente e le ristrettezze nelle quali si è potuto agire. La mancanza di internet, di accessi a materiali bibliotecari  e di tutti quegli strumenti normalmente disponibili, limitano molto le possibilità espressive di chi produce un lavoro in carcere. Per questo i brani proposti vogliono essere solo uno spunto per futuri dibattiti o integrazioni di terze parti che saranno oltremodo gradite.
 
 
 Primo Levi ha scritto: "Comunicare si può e si deve: è un modo utile e facile di contribuire alla pace altrui e propria, perché il silenzio, l'assenza di segnali, è a sua volta un segnale, ma ambiguo, e l'ambiguità genera inquietudine e sospetto. Si può sempre comunicare. Rifiutare di comunicare è colpa."
Recenti fatti avvenuti mi hanno fatto ricordare quanto scritto da Levi e mi hanno confermato quanto sia determinante la comunicazione o la sua assenza nella scelta della direzione nella quale vogliamo dirigere le nostre vite...

 

LA LEGALITÀ UN’ARMA A DOPPIO TAGLIO, di Pietro Tartamella
Oggi, ovunque e continuamente, si parla di legalità e di educazione alla legalità. Se ne parla ai bambini nelle scuole, ai giovani, se ne parla in televisioni, ne parlano scrittori, giudici, uomini politici, preti, insegnanti. Se ne parla così tanto che è diventato di moda parlarne. Forse la società civile e lo Stato, assediati dalla corruzione e dal malaffare dilagante, hanno sentito l’esigenza di reagire e di desiderare che il popolo sia rispettoso della legalità...

 
 
 IL GRADO DI CIVILIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ
 SI MISURA DALLE SUE PRIGIONI
, di Pietro Tartamella

prefazione al libro "LA STRETTA DIMANO E IL CIOCCOLATINO- i detenuti raccontano" 
Presso i Nativi Americani delle Grandi Pianure un uomo che uccideva un altro uomo della stessa tribù (evento rarissimo) veniva bandito dal campo per quattro anni. Doveva montare il suo tepee a 3/5 chilometri dal campo. La famiglia, se voleva, poteva andare con lui. All'omicida veniva distrutta soltanto...
 
 

VIVA LA SETTIMANA DELLA LEGALITÀ, di Emilio Toscani
Direte voi, dove andare, meglio che in un carcere dove sono giustamente rinchiusi quelli che hanno violato la legge, per assaporare e deliziarsi della più perfetta legalità. Come darvi torto, considerando che, proprio in un carcere, dovrebbe trovarsi l'assoluta legalità, in modo che i criminali vedano, sentano e imparino. Sembra un concetto intangibile e una verità certa, ma, toccando con mano, i fatti smentiscono...

 

L'ONDA D'URTO MI SCARAVENTO' SULLA STRADA, di Alfateh
per gentile concessione dell'autore e dell'Istituto Soleri-Bertoni, titolare del Liceo Artistico della scuola ristretta nel carcere di Saluzzo

Mi chiamo Alfateh: vengo da una numerosa famiglia sudanese. Sono il penultimo di tredici figli. Mio  padre è morto quando avevo nove anni. La mia infanzia si snoda lungo un itinerario attraversato dalla carestia, dalla feroce dittatura del colonnello Omar al-Bashir e dalla guerra civile che dal 1989 e per oltre un decennio ha funestato il mio Paese…  in Sudan ho frequentato la scuola primaria e, a tredici anni,  iniziato a  imparare il mestiere di meccanico...

 

ANCHE NELLA MIA LINGUA MADRE SI DICE CHE LA SPERANZA E' L'ULTIMA A MORIRE
di Ibrahim
  -  per gentile concessione dell'autore e dell'Istituto Soleri-Bertoni, titolare del Liceo Artistico della scuola ristretta nel carcere di Saluzzo
Mi chiamo Ibrahim e sono nato in Sudan. Il mio paese, come del resto l’intero continente africano, ha subìto un feroce e spietato colonialismo ad opera di quelle potenze europee che, affamate di materie prime e di potere geopolitico,  quindi per  nutrire le loro glorie nazionali, decisero di depredare altri popoli, incuranti delle tragiche conseguenze. Gli effetti di questa politica imperialista si stanno ora ripercuotendo come un naturale boomerang sul vecchio continente...

 
 
CHE COSA E' IL REGIME DI TORTURA DEL 41 BIS? di Carmelo Musumeci
Ultimamente mi stanno scrivendo diversi laureandi che stanno preparando la tesi sulla tortura del regime del 41 bis prevista dal nostro ordinamento penitenziario. Penso che sia importantissimo che i giovani, nelle loro tesi di laurea, s’interessino e scrivano delle conseguenze che porta questo terribile regime...
 
 
Ho saputo che un altro detenuto s’è suicidato e ho pensato che quando un prigioniero si toglie la vita in carcere molti ci rimangono male. Ma ci rimane male soprattutto l’Assassino dei Sogni, perché così facendo gli togli il potere di ucciderti lentamente, un po’ tutti i giorni e un po’ tutte le notti...
(Diario di un ergastolano www.carmelomusumeci.com )
 
 
Qualunque cosa facciamo, dalla più piccola e insignificante alla più grande e ambiziosa, immancabilmente siamo costretti a individuare delle regole. Organizziamo un concorso di poesia? Bene, quali le regole? Quante poesie si possono inviare? di che lunghezza? a tema? o libere? entro quando bisogna inviarle? quando la premiazione?... Una cosa che ho imparato da bambino è il principio della fluidità, che riassumo così: se si verificano delle contraddizioni all’interno di una serie di regole stabilite...
 
 
Ciao Angelo, mi chiedi quale sarebbe la cosa (la pena) giusta per un uomo che ha fatto questo (ha ucciso la moglie, la figlia di  cinque anni e il figlio di venti mesi). Non è facile rispondere alla tua domanda...

 
L'ERGASTOLO UNA PENA DI MORTE MASCHERATA di Carmelo Musumeci
Caro Garantista, ho saputo che da qualche giorno sei in edicola e siccome sono davvero pochissimi i quotidiani disposti a darci voce, voglio subito chiedervi luce e spazio per gli uomini ombra, come chiamo io noi condannati alla “pena di morte viva”...

 
COME SI ORDINA UN OMICIDIO di Francesca De Carolis
Alcune riflessioni, dopo aver visto il video che per alcuni giorni è comparso sulla pagina di Repubblica on line. Titolo: come si ordina un omicidio. Nelle immagini  Giovanni Di Giacomo, che darebbe l’ordine al fratello ...

 
Era la  prima volta che c’incontravamo senza sua madre e sua sorella, perché avevo detto alla mia compagna di mandarmelo da solo. Mi ricordo che ero appena stato trasferito al carcere di massima sicurezza di Novara. E quello era il mio primo colloquio che facevo in quel carcere...
 
 
I 99 ANNI DI PIETRO INGRAO di Carmelo Musumeci (carcere di Padova)
Ho letto su “Il Manifesto” che lo scorso 30 marzo il grande vecchio della sinistra italiana ha compiuto 99 anni.
Questi due 9 consecutivi  mi hanno ricordato il mio fine pena, così come è scritto nel certificato di detenzione: 9.9.99.  Una volta agli ergastolani  scrivevano “fine pena mai” in rosso...

 
Quella mattina ero in ansia. Impaziente. E avevo il cuore pieno di pensieri. In carcere, il giorno del colloquio è sempre più lungo degli altri. Ero sdraiato sulla branda a occhi aperti a pensare. E ad aspettare che le guardie mi chiamassero. Intanto iniziai a pensare che lei per venirmi a trovare si era dovuta prendere un giorno di riposo nella lavanderia dove lavorava...
 
 
LETTERA DI UNA MOGLIE AL MARITO DETENUTO di Anna Giuba
Ciao amore mio, che disperazione venire a trovarti e saperti lì dentro. L'avevi descritto bene, il carcere. Ho fatto due ore di treno, poi mezz'ora di pullman e sono scesa sulla statale deserta, accanto alla tangenziale dove passano i tir...
 

INTERVISTA DI BIAGIO FINOCCHIARO A CARMELO MUSUMECI
Ricordatevi che la pena non è la passionale e smodata vendetta dei privati: è la risposta calibrata dell’ordinamento giuridico e, quindi, ha tutta la misura propria degli interventi del potere sociale...

 

 

 

RACCONTI ALTRI

lettere e parole SUL & DAL  carcere

 I RACCONTI DI SCRITTURALIA



 
 
 
 
 

 
 
5x100
 
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento ( Sabato 14 Luglio 2018 14:27 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Abolizione dell'ergastolo