Home Archivio News-Eventi RCT - RESOCONTO LETTURA AD ALTA VOCE DEL GRUPPO VERBAVOX - SCUOLA ELEMENTARE PELLICO
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
RCT - RESOCONTO LETTURA AD ALTA VOCE DEL GRUPPO VERBAVOX - SCUOLA ELEMENTARE PELLICO PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 1
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Tartamella   
Lunedì 22 Maggio 2017 17:19

 

RCT - RESOCONTO

LETTURA AD ALTA VOCE DEL GRUPPO VERBAVOX

LUNEDI' 15 MAGGIO 2017, ORE 10.00

SCUOLA ELEMENTARE "SILVIO PELLICO" TORINO

 

cerchio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Erika Iantorno
Lunedì 15 maggio 2017, ore 8.30 ritrovo a Falchera; li ci aspettava il nostro maestro di
lettura e scrittura ad alta voce Pietro Tartamella. Arrivati alla scuola “Silvio Pellico”
via Madama Cristina n. 101. Una volta arrivati alla scuola, Pietro ha sistemato i leggii
e le sedie sulle quali ci dovevamo sedere. Appena abbiamo iniziato a leggere i
bambini erano rapiti da quello che leggevamo e dal suono ciotola. Questa esperienza
mi fa crescere e maturare ogni giorno di più.

 

roberta

Roberta D'Alessio
Il giorno 15-05-2017, io e Erika ci siamo trovate alla falchera insieme a Isa e Giusi e Pietro per recarci alla scuola Silvio Pellico che si trova in via Madama Cristina 101 a TORINO. Durante il traggitto in macchina a Pietro gli squilla il il telefono, era Maurizio, diceva che non potevano venire xché il furgone era guasto e ci dispiaceva. Dopo un’ po’ ritelefona Maurizio di Comunità Tosca che gli diceva che avrebbe fatto di tutto per essere lì. Quando siamo arrivati abbiamo cercato parcheggio, siamo scesi e siamo andati a
prendere il caffè. Siamo entrate nella scuola e ci ha
accolto la bidella e poi un’insegnante di nome Roberta
ci ha portato nella classe dove dovevamo leggere.
Pietro cominciava a preparare i leggii e mettere la sedie.
Ognuno di noi aveva un pezzo da leggere, poi ad un certo
punto ha cominciato a fare una presentazione, suonava
con il ritmo del tamburo-vaso, a metà dell’inizio della lettura
erano arrivati quelli di Via Angelo Tasca, abbiamo continuato
a leggere, quando toccava a me mi sentivo imbarazzata e
mi papinavo con le parole ma non ci facevo molto caso.
I bambini che ci stavano ascoltando e guardando rimanevano
incantati e meravigliati, Pietro mi è piaciuto molto come ha
letto i suoi pezzi mi sembrava di vivere nella lettura.
Quando legge Pietro sembra che la storia si realizza.
Io, mi sono sentita bene ma anche emozionata.


Silvio Cora
Il giorno lunedì 15-05-2017, insieme con Rosa e Silvia, accompagnati da Maurizio,
con la sua macchina siamo andati alla scuola Silvio Pellico in via Madama Cristina,
per le letture ad alta voce con il gruppo Verbavox. Non è stato facile arrivare
per tempo perché la notte prima c’erano dei ladri che hanno scassinato il
furgone della comunità, per rubarlo. L’educatore Maurizio ha preso la sua
macchina per accompagnarci. Quando siamo arrivati la lettura era già iniziata
già da un po’, c’era una classe quarta con l’insegnante e ci hanno accolto con un
grande applauso. Pietro ha spiegato ai bambini il motivo del ritardo, e poi abbiamo
continuato con le letture ad alta voce tratte dal libro di Mauro Corona “il volo della
martora”. Finita la lettura i bambini con le loro maestre ci hanno fatto un lungo
applauso e ci hanno fatto i complimenti. Una delle maestre ci ha detto che i
bambini di solito non sono così attenti e silenziosi, ma un po’ discoli e un po’
indisciplinati. Finita la lettura i bambini e la maestra ci hanno fatto trovare un
piccolo rinfresco con un po’ di torta e un succo di frutta.
Prima di salutarci e tornare in comunità, Pietro ci ha spiegato che nel leggere
abbiamo fatto delle piccole papere. Perché ognuno di noi mentre leggeva si è
distratto quando leggeva. Pietro ci ha detto che per le prossime volte di stare
più attenti e più concentrati e ascoltare cosa dice Pietro.


giusi

Giusi Clema
Oggi 15-05-2017, il tempo per fortuna è bello.
Noi di Verbavox ci siamo dati l’appuntamento
alle ore 8.30 del mattino a Falchera, per
andare alla scuola Silvio Pellico per leggere
dei brani tratti dal libro “il volo della martora”
di Mauro Corona. Pietro ci ha accompagnati
alla scuola con il suo pulmino. Ci abbiamo
messo un po ad arrivare perché c’era traffico
per lo sciopero dei pullman. Arrivati alla scuola
la maestra della classe 4 elementare ci ha
accolti con un sorriso e dato il bentornati alla
scuola e ci ha accompagnati all’aula dove
facciamo la lettura.
Entrati nell’aula ci siamo messi seduti sulle
sedie che ci hanno preparato, Pietro sistemava
i leggii e tutto l’occorrente per la lettura.
Mentre aspettavamo il gruppo di via tasca,
la maestra chiamava i bambini per farli sedere
in cerchio. Prima di iniziare la lettura sempre
la maestra della prima volta che ci siamo
venuti alla scuola, cui ha ringraziati per essere
venuti ancora in quella scuola e che lei insieme
ai bambini hanno fatto dei fiori di carta per
avere accettato l’invito di venire la seconda
volta, e che ci hanno dato, alla fine.
Quando è venuto il momento di cominciare, Pietro leggeva il testo le foglie,
dopo che Pietro ha finito di leggere il testo io mi sono avvicinata al leggio
per leggere sia la parte di Silvio che sono arrivati subito dopo, sia la mia parte,
gli alberi larici e acero, poi Roberta con il carpino e Isa con il faggio.
Dopo la lettura di questi alberi, Pietro si è messo a suonare il tamburo,
mentre suonava il tamburo arrivavano Silvio, Silvia e Rosa con Maurizio il loro
Educatore, e Rosa si è messa a ballare prima che loro venivano a salutarci.
Tutti seduti abbiamo ripreso la lettura con gli altri alberi, ad ogni lettura i bambini
ci applaudivano.
Quando io ho letto l’albero il noce e la foglia con la vocina da strega, tutti hanno
apprezzato.
Prima che Pietro leggesse il racconto del faggio e che noi facessimo vedere le foto
degli alberi e gli attrezzi che usavano i boscaioli, ha fatto sentire il suono della
ciotola tibetana. Pietro alzandosi dalla sedia lo fece sentire ai bambini seduti per
terra facendo il giro.
Iniziavo io a far vedere la prima foto, del faggio, facendo il giro lentamente
per farlo vedere bene ai bambini.  Dopo di me Silvio con il maggiociondolo,
Erika con la manera, Silvia con il mugo, e Rosa con il paranco.
Finito il giro Pietro iniziava la lettura del faggio. Alla fine Pietro ha preso
il tamburo e si è messo a suonare, faceva i ringraziamenti alle maestre
con la musica, ai bambini che sono stati attenti mentre leggevamo, all’educatore
Maurizio anche se è venuto in ritardo perché il loro pulmino si era rotto
intonando come una specie di canto, e sempre intonando una specie di canto,
faceva le presentazioni dei lettori.
Noi quando Pietro ci chiamava dovevamo alzarci e fare l’inchino, all’ultimo noi
ragazzi dicevamo il nome di Pietro, intonando anche noi come un canto. 
Finito le presentazioni la maestra per ringraziarci di essere venuti li ancora
una volta ci ha offerto una fetta di colomba e un succo di frutta.

silvio

È stata per me e i miei compagni un’esperienza fantastica che ripeterei volentieri, perché le maestre e i bambini sono stati molto attenti, simpatici e cordiali, tanto cordiali che ci hanno regalato ad ognuno di noi un fiore di carta fatto da loro.
Mentre uscivamo dalla scuola, abbiamo fatto una piccola riunione per fare un bilancio di come è andata, e Pietro ci ha anche detto che c’era una piccola distrazione, abbiamo fatto delle papere mentre leggevamo, però non se n’è accorto nessuno perché tutti applaudivano ad ogni lettura.
Sono piccoli errori che possono succedere anche a chi è bravo a
leggere e che impareremo a non farne più.

 

 Roberta Ilberti, insegnante

Carissimi Verbavox, Carissimo Pietro,
invio alcuni messaggi che i bambini hanno voluto inviarvi dopo la vostra magnifica esibizione. Non ho corretto nulla, perché ciò che viene dal cuore è ...sempre perfetto. Vi ringrazio ancora anch'io, Pietro in particolare, per questo dono prezioso di umanità e bellezza che è un'esperienza educativa davvero importante per tutti. E' un piacere ascoltarvi e stare con voi...spero possiate tornare a trovarci!
Un forte abbraccio

Roberta
(Scuola Primaria Silvio Pellico)

 

DAVIDE
 
 
 
DENIS

 

MARGHERITA

 

MARION
 
 
MICHI
 

NICOLE


NON FIRMATO

 

SENZA NOME

 

SENZA NOME

 

SOFIA
 
 
VITO
 
 
 
  Pietro Tartamella
Un grazie ai bambini della scuola primaria Silvio Pellico
per l'attentissimo ascolto e la gentilezza dei loro fiori di carta.
Un grazie ai miei cari amici e allievi del gruppo VERBAVOX.
Sono davvero lettori ad alta voce speciali,
come hanno detto i bambini, ma lo dicono anche gli adulti.
E io sono orgoglioso e sempre emozionato quando li ascolto.
 
 
 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:39 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare