Home Archivio News-Eventi BAGNA CAUDA SOLIDALE A CASCINA MACONDO - Capodanno 2016-2017
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
BAGNA CAUDA SOLIDALE A CASCINA MACONDO - Capodanno 2016-2017 PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 1
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Super Amministratore   
Venerdì 18 Novembre 2016 21:48

 

bagna cauda

scarica e diffondi - locandina in formato  .pdf

 

 

 

       filo d'erba

 

 A CASCINA MACONDO una sera d’inverno…

LA NOTTE DI CAPODANNO  2016/2017

BAGNA CAUDA SOLIDALE


una cara amica, esperta e appassionata, preparerà una

STRAÙLTRASPECIALÌSSIMÌSSIBÈRRIMA

BAGNA CAUDA, E NON SOLO..!

            antipasto flan di zucca, insalata russa invernale,
tomini con bagnetto, vino, quiche varie,
frittatine alla menta, macedonie, dolce,
spumante, panettone, caffè, rotolini di gag…

 

Tutti i partecipanti porteranno
SPLENDIDI ORTAGGI (a scelta libera),
e il proprio personale tegamino di coccio
con relativo fornelletto

e, ovviamente,               

   30 EURO  A TESTA

              (pari all’adozione di 6 fili d’erba)

            A SOSTEGNO DEL PROGETTO

          “OMNIA FABULA ET ARTI    

                   INTRAMUROS/EXTRAMUROS”

tra un ortaggio e l’altro una poesia, un vino, una favola …

il fuoco acceso nel camino del salone Gibran…


           SABATO 31 DICEMBRE 2016

          ALLE ORE 20.00


obbligatoria la prenotazione entro LUNEDI 26 DICEMBRE
I POSTI SONO LIMITATI

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

grazie a Deborah Gorgerino e Massimo

LA BISTRONOMIA - CHIERI

 

 come si arriva a Cascina Macondo

 

possibilità di pernottamento
presso la Foresteria “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo
a costi di Bed and Breakfast

 

 

autoCOMODO PARCHEGGIO
INTORNO ALLA CHIESETTA MADONNA DELLA ROVERE

 

 LA DISTANZA? PARLIAMONE...

 

ADOTTA UN FILO D'ERBA

 

 

e ...

quando sarà

il momento...

IL TUO 5 X 1000 A CASCINA MACONDO!

 

BAGNA CAUDA SOLIDALE A CASCINA MACONDO
CAPODANNO 2016/2017


PROGETTO OMNIA FABULA ET ARTI
- INTRAMUROS-EXTRAMUROS -

SCRITTURALIA EXTRAMUROS

CERCASI LETTORI VOLONTARI PER
"GOOD MORNING POESIA"

ADOTTA UN FILO D'ERBA

RECENSIONI AL LIBRO
LA STRETTA DI MANO E IL CIOCCOLATINO
i detenuti raccontano

 

 

CASCINA MACONDO

 

LA BAGNA CAUDA

La Bagna Càuda, portata dai mercanti di sale e acciughe, fu rifiutata per secoli dalle classi abbienti. Ora è un rito conviviale simbolo del Piemonte.
La Bagna Càuda o Càoda (Salsa calda) è un prodotto tipico della gastronomia piemontese fatto con burro, olio, aglio e acciughe sotto sale. Viene tradizionalmente servita con appositi tegamini di coccio che poggiano su piccoli fornelletti che tengono la salsa, appunto, calda.

La storia
Un piatto con una lunga storia che, sebbene possa sembrare, dagli ingredienti, povero e quotidiano, è in realtà un piatto per occasioni speciali, di convivialità. È il piatto della fraternità e dell’allegria che, secondo la tradizione, viene preparato per momenti gioiosi (il termine della vendemmia era, ad esempio, uno di questi). Un piatto collettivo che serve per riunire, da consumare tutti insieme per celebrare, insieme, la storia e la terra dei luoghi incantevoli che il Piemonte sa offrire.

Le origini della bagna cauda piemontese
Sebbene sia solitamente considerato un piatto genericamente piemontese, la Bagna Càuda è, più specificatamente, originario del territorio di Asti, delle Langhe, del Monferrato, del Roero, delle Province di Cuneo, Alessandria e del territorio che si estende a sud della città di Torino.
Molte località della regione si contendono la paternità di questo vero e proprio simbolo della sua gastronomia. In realtà, però, sembra che le origini della Bagna Càuda vadano cercate in Francia, sulle coste della Provenza, con il nome di “Anchoiade”.
Fu nel Medioevo che i mercanti di Asti, durante i viaggi che compivano per rifornirsi di sale e acciughe, incontrarono questo straordinario prodotto e lo portarono in patria e lungo le rotte dei loro commerci che toccavano tutto il territorio di quello che ora è il Piemonte meridionale e nord-occidentale. Il passaggio in terra italica comportò naturalmente un adattamento della ricetta provenzale che fu modificata ad esempio con l’uso degli ortaggi.

Gli ingredienti e la ricetta della bagna cauda
La Bagna Càuda è oggi una delle ricette tradizionali piemontesi più conosciute e apprezzate. Benché ne esistano naturalmente numerose varianti, una ricetta “canonica” è stata depositata presso un notaio nel 2005 dall’Accademia Italiana delle Cucina, i cui ingredienti, per persona, sono:
•    una testa di aglio
•    mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva
•    50g di acciughe rosse di Spagna
•    In pezzetto di burro da aggiungere a fine cottura.

Altri ingredienti, come il burro, la panna da cucina, le noci o il latte sono aggiunti in alcune varianti. Tutti questi ingredienti, attraverso una lenta e paziente cottura vengono ridotti ad una salsa che viene poi servita accompagnata da verdure di stagione cotte o crude (cipolle al forno e crude,, cardi, foglie di cavolo, peperoni, barbabietole, cavolfiori, patate, rape, ravanelli, zucchine, melanzane, pomodori, carciofi,  ecc) che vengono mangiate dopo essere state intinte nella salsa.

 


 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 29 Dicembre 2016 15:42 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare