Home Archivio News-Eventi UNA TUA POESIA A “GOOD MORNING POESIA”
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
UNA TUA POESIA A “GOOD MORNING POESIA” PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 0
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Tartamella   
Giovedì 01 Gennaio 2015 20:36

 

LEGGIO-MURO

UNA TUA POESIA

A “GOOD MORNING POESIA”


Puoi inviare una tua poesia, un breve racconto, una favola... Contenuti e tematiche a piacere. Testi non troppo lunghi, che a leggerli ad alta voce durino in media circa tre minuti (cliccami per calcolare la durata di un testo da leggere ad alta voce).

Se ti fa piacere li leggeremo con i detenuti, e per i detenuti, negli appuntamenti settimanali di Good Morning Poesia all’interno del carcere “Rodolfo Morandi” di Saluzzo e “Lorusso-Cutugno” di Torino. Potremmo altresì inviarli al carcere di Dendermonde in Belgio dove Good Morning Poesia è stata anche attivata.
La Commissione Europea che ha finanziato il progetto PAROL!, all’interno del quale Cascina Macondo ha realizzato l’evento Good Morning Poesia, sollecita le iniziative cosiddette “Intra Muros/Extra Muros”. Sono quelle che mirano a far incontrare, con modalità diverse, il mondo del carcere con il mondo esterno e la cittadinanza.

Scrivi nella tua e-mail, nella riga “oggetto”, la frase:  testo per Good Morning Poesia.

In allegato (in formato word  .doc)  invia la tua poesia
con il titolo e il tuo nome e cognome.

 

LETTORI VOLONTARI

che cos’è Good Morning Poesia

L’ iniziativa vuole fornire ai detenuti delle carceri europee coinvolti nel progetto PAROL l'opportunità di continuare a praticare la Lettura ad Alta Voce e un’occasione di crescita e confronto.


il progetto
-      Ogni settimana, in orario più opportuno per gli Istituti Penitenziari, andrà “in onda” una poesia, un pensiero, un aforisma, un testo che i detenuti, formatisi con i laboratori di lettura ad alta voce del progetto PAROL, leggeranno a viva voce. Una poesia che essi stessi avranno scelto e selezionato.

-      Una poesia con la quale si augura una buona giornata a tutti i residenti nell’istituto, seminando spunti emotivi e riflessioni. 

-    L’obiettivo è far diventare Good Morning Poesia una consuetudine, un rituale, una “tradizione” dell’Istituto Penitenziario, gestita in maniera autonoma e responsabile dai detenuti.  

LETTORI VOLONTARI


-    I detenuti che inizieranno questa tradizione, nella previsione che essi possano essere trasferiti in altre sedi o che possano abbandonare il carcere, avranno anche il compito di “tramandare” ad altri detenuti la ritualità di leggere a voce alta, ogni settimana, una poesia. Una sorta di “passaggio del testimone” affinché la tradizione possa continuare.


le finalità   

SBARRE-CORTILE

1)   Prima fra tutte l'opportunità per i detenuti di continuare ad esercitarsi concretamente con la Lettura ad Alta Voce di fronte ad un pubblico formato dalla popolazione carceraria di quell’Istituto.

2)   Responsabilizzare i detenuti nella gestione autonoma di una iniziativa che durerà a tempo indeterminato, il cui impegno è minimo, ma dove le soddisfazioni potrebbero essere molto incentivanti e il “confronto” un momento di crescita personale, emotiva e intellettuale.

3)   Ogni settimana con l'ascolto di poesie diverse si forniscono stimoli culturali in modo piacevole. Il coinvolgimento affettivo e intellettuale farà apprezzare autori nuovi, antichi e moderni, stili diversi, che possono suscitare interessi, approfondimenti, riflessioni. Rendere familiare la poesia e, attraverso l'ascolto, umanizzare le diversità.

FOGLIO-MANO-SIGARETTA4)   Ottenere con la ritualità e l'appuntamento settimanale un’ attenzione al tempo che passa, mettendo in risalto la magìa, la bellezza, l'importanza della parola essenziale, della parola viva, del pensiero, dell'emozione, della sensibilità. Ottenere altresì, con la frequentazione della poesia, una familiarità con “il punto di vista altro”.

5)   Fornire a tutti quei detenuti che scrivono poesie un’opportunità di "raccontarsi" affidando i loro  testi al gruppo che si sarà preparato per la lettura pubblica al microfono. Ma anche di “raccontarsi” attraverso un interposto autore i cui testi i detenuti potrebbero suggerire e desiderare di ascoltare e far conoscere.

6)   Attivare un interscambio di testi fra i detenuti delle carceri europee coinvolte nel progetto Parol e portare nel carcere la cittadinanza, anche se solo attraverso le parole, al fine di mantenere viva l’idea di transnazionalità e di “comunità che è in relazione”.   


invia i tuoi testi a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
foto di Giulia Viero

 

ADOTTA UNA BOLLA DI SAPONE

PAROL BUSTINE DI ZUCCHERO

 

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 10 Novembre 2015 10:04 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare