Home Archivio News-Eventi I RACCONTI D'OLTREMURA E GOOD MORNING POESIA a Saluzzo e Torino
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
I RACCONTI D'OLTREMURA E GOOD MORNING POESIA a Saluzzo e Torino PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 22
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Tartamella   
Domenica 20 Aprile 2014 16:09

 

I RACCONTI D'OLTREMURA

E

GOOD MORNING POESIA

 

Il Progetto europeo "Parol - Scrittura e Arti nelle carceri, oltre i confini, oltre le mura"  lentamente prende sempre più  forma. Dopo il percorso di lettura ad alta voce e quello di scrittura creativa, di Haibun-Renga-Renku appena iniziato, dopo il saggio di lettura ad alta voce del 23 gennaio 2014 nel teatro interno del carcere di Saluzzo aperto per l'occasione alla cittadinanza (nel carcere di Torino bisognerà aspettare settembre, in quanto il teatro è momentaneamente inagibile per lavori di ristrutturazione), sono state fissate le date di inizio di "Good Morning Poesia" e dei "Racconti d'Oltremura".
Per i Racconti d'Oltremura  non abbiamo avuto purtroppo l'autorizzazione ad aprirli anche al pubblico esterno. In effetti avrebbe comportato un carico eccessivo di lavoro e di attenzione da parte degli agenti penitenziari. I detenuti sono comunque entusiasti e non vedono l'ora di iniziare le due attività. Abbiamo preparto le locandine da appendere in diversi luoghi del carcere per avvisare i detenuti di ogni padiglione. Diverse locandine incollate su più scatole saranno collocate presso punti strategici del carcere per la raccolta di testi e poesie che i detenuti (ma anche gli agenti penitenziari) vorrebbero far recapitare al gruppo Parol per la lettura ad alta voce.
Cascina Macondo aveva attivato Good Morning Poesia nell'agosto del 2013  nel carcere di Dendermonde in Belgio.
Nella primavera del 2012 l'aveva attivata presso il liceo Segrè di Torino.
Non è una iniziativa facile. Occorre molta costanza e assunzione di responsabilità per riuscire a tenerla in vita puntualmente ogni settimana sempre alla stessa ora. Non so se gli studenti del Segrè hanno continuato a leggere poesie nell'atrio della scuola nell'orario in cui gli studenti si accingono ad entrare a scuola, o se riprenderanno nei prossimi mesi.
Good Morning Poesia prevede uno scambio di testi e poesie fra i detenuti dei paesi coinvolti nel progetto Parol e anche con gli studenti che hanno attivato l'iniziativa nel proprio istituto.

Pietro Tartamella

 

 

CARCERE "RODOLFO MORANDI" SALUZZO

I RACCONTI D'OLTREMURA

i racconti d'oltremura saluzzo

 

 

 

CARCERE "RODOLFO MORANDI" SALUZZO

GOOD MORNING POESIA

good morning poesia saluzzo

 

 

 

 

CARCERE "LORUSSO-CUTUGNO" TORINO

I RACCONTI D'OLTREMURA

i racconti d'oltremura torino

 

 

 

 

CARCERE "LORUSSO-CUTUGNO" TORINO

GOOD MORNING POESIA

good morning poesia torino

 

 

 

GOOD MORNING POESIA nel carcere di Saluzzo e Torino

L’ iniziativa vuole fornire ai detenuti delle carceri europee coinvolti nel progetto PAROL l'opportunità di continuare a praticare la Lettura ad Alta Voce e un’occasione di crescita e confronto.



PROGETTO
-      Ogni settimana andrà “in onda” una poesia, un pensiero, un aforisma, un testo che i detenuti, formatisi con i laboratori di lettura ad alta voce del progetto PAROL, leggeranno a viva voce. Una poesia che essi stessi avranno scelto e selezionato.
-      Con i testi che i detenuti hanno scelto si intende augurare una buona giornata a tutti i residenti nell’istituto, seminando spunti emotivi e riflessioni.  
-      L’obiettivo è far diventare Good Morning Poesia una consuetudine, un rituale, una “tradizione” dell’Istituto Penitenziario gestita in maniera autonoma e responsabile dai detenuti.
-      L'auspicio è che i detenuti possano gestire autonomamente (con una figura referente scelta tra il personale del carcere e una figura scelta tra i detenuti) l'organizzazione di tutti i successivi appuntamenti. I detenuti che inizieranno questa tradizione, nella previsione che essi possano essere trasferiti in altre sedi o che possano abbandonare il carcere, avranno anche il compito di “tramandare” ad altri detenuti la ritualità di leggere a voce alta una poesia. Una sorta di “passaggio del testimone”, affinché la “tradizione” possa continuare.


FINALITÀ
1)   Prima fra tutte l'opportunità per i detenuti di continuare ad esercitarsi concretamente con la Lettura ad Alta Voce di fronte a un pubblico formato dalla popolazione carceraria di quell’Istituto.

2)   Responsabilizzare i detenuti nella gestione autonoma di una iniziativa che durerà negli anni e che potrebbe dare molte soddisfazioni. L'ascolto puntuale di testi e poesie può stimolare il confronto ed essere un momento di crescita personale, emotiva e intellettuale.

3)   Ad ogni appuntamento, con l'ascolto di poesie diverse, si forniscono stimoli culturali in modo piacevole. Il coinvolgimento affettivo e intellettuale farà apprezzare autori nuovi, antichi e moderni, stili diversi, che possono suscitare interessi, approfondimenti, riflessioni. Rendere familiare la poesia e, attraverso l'ascolto, umanizzare le diversità.

4)   Ottenere con la ritualità un’ attenzione al tempo che passa, mettendo in risalto la magìa, la bellezza, l'importanza della parola essenziale, della parola viva, del pensiero, dell'emozione, della sensibilità. Ottenere altresì, con la frequentazione della poesia, una familiarità con “il punto di vista altro”.

5)   Fornire a tutti quei detenuti e a quegli agenti penitenziari che scrivono poesie un’opportunità di "raccontarsi" affidando i loro  testi al gruppo che si sarà preparato per la lettura pubblica al microfono. Ma anche di “raccontarsi” attraverso un interposto autore i cui testi i detenuti e gli agenti potrebbero suggerire e desiderare di ascoltare e far conoscere.

6)   Attivare un interscambio di testi fra tutti i detenuti e gli agenti penitenziari di tutte le carceri europee coinvolte nel progetto Parol al fine di mantenere viva l’idea di transnazionalità e di “comunità che è in relazione”  e che collabora per il raggiungimento dello stesso fine.

7)   Poiché l’iniziativa “Good Morning Poesia” è stata realizzata anche presso il Liceo Segrè di Torino, gli studenti e i detenuti possono entrare in “relazione” scambiandosi i testi e leggendo ad alta voce le loro poesie nei rispettivi contesti: a scuola e nelle carceri. La consapevolezza di questa “rete” può suscitare nei detenuti un sentimento “positivo” e la percezione di “contatto solidale” con il mondo esterno.

 

 

ADOTTA UN GRAPPOLO DI BOLLE DI SAPONE

 

Parol! writing and art beyond walls, beyond borders

 

PAROL BUSTINE DI ZUCCHERO

 

commissione europeaIl progetto europeo "PAROL - Scrittura e Arti nelle carceri, oltre i confini, oltre le mura"
è finanziato con il sostegno della Commissione Europea - Programma Cultura.
Il contenuto di queste pagine riflette soltanto le opinioni dell'autore  e la Commissione
non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi  utilizzo delle informazioni ivi contenute.

 

LINK

PAROL SPONSOR E SOSTEGNI (ditte, enti, privati...)

QUATTRO DETENUTI DIALOGANO CON LIEN NOLLET  E  FABIEN DE LATHAUWER
- PRIGIONE DI OUDENAARDE (BELGIO)   -   VIDEO
"MOVING DIALOGUE"

http://www.shareculture.eu/

 

I RACCONTI DELLA TOMBOLA AL SALONE DEL LIBRO PER RAGAZZI DI BRA - 2014

 

INTERVISTA A CARMELO MUSUMECI - VIDEO DAL TG2

 

I RACCONTI D'OLTREMURA

 

I RACCONTI DELLA TOMBOLA

 

RCT - RESOCONTO SAGGIO DI LETTURA AD ALTA VOCE
DEI DETENUTI - CARCERE DI SALUZZO

PAROL - APPELLO PER UNA MOBILITAZIONE

 

POESIA DI RINGRAZIAMENTO A TUTTI COLORO
CHE HANNO ADOTTATO LE BOLLE DI SAPONE

 

SAGGIO DI LETTURA AD ALTA VOCE
DEI DETENUTI DI SALUZZO - GIOVEDI 23 GENNAIO 2014

 

UN TRIBUTO A NELSON MANDELA

 

FORMAZIONE PAROL A CASCINA MACONDO - ARTE E TEATRO NELLE CARCERI
sabato e domenica 23/24 novembre 2013

PAROL – CERAMICA A TILBURG (OLANDA)

PAROL – GOOD MORNING POESIA A DENDERMONDE (BELGIO)

 

PAROL - ARTICOLO REDAZIONALE PER CONFERENZA STAMPA IL 25 OTTOBRE 2013
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1230:parol-articolo-redazionale-per-conferenza-stampa&catid=102:news&Itemid=90


PAROL DIARIO
- GIORNO PER GIORNO IL NOSTRO CAMMINO
Un diario appunto, giorno per giorno, per descrivere come procede Parol, cosa succede, quali progressi, quali sconfitte, quali entusiasmi, quali delusioni, quali alleanze... Un diario che diventa anche una fotografia. Una fotografia della nostra Italia..
.

http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1202:parol-diario&catid=102:news&Itemid=90

 

RASSEGNA STAMPA PROGETTO EUROPEO PAROL
- SCRITTURA E ARTI NELLE CARCERI -
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1179:parol-scrittura-e-arti-nelle-carceri-rassegna-stampa&catid=102:news&Itemid=90

 

ADOTTA UNA BOLLA DI SAPONE
(con equipe europea, enti, associazioni, prigioni coinvolte):
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1175:adotta-una-bolla-di-sapone&catid=102:news&Itemid=90


PERCORSI LABORATORIALI DI CASCINA MACONDO NELLE CARCERI
:
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1176:parol-scrittura-e-arti-nelle-carceri-oltre-i-confini-oltre-le-mura-progetto-europeo&catid=102:news&Itemid=90


COMMISSIONE EUROPEA - APPROVAZIONE PROGETTO PAROL N°  536495:
http://eacea.ec.europa.eu/culture/funding/2012/selection/documents/strand_1-2-1/1-list-of-selected-projects.pdf


SITO BELGA
(PROVVISORIO) DEL PROGETTO PAROL:
https://sites.google.com/site/haikuinprison/the-team

SITO NUOVO UFFICIALE DEL PROGETTO PAROL
- IN COSTRUZIONE E IN PROGRES
-

http://www.parol-art.eu/

 

MOVIMENTO IN BELGIO PER UNA NUOVA CONCEZIONE DELLA DETENZIONE
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1205:movimento-in-belgio-per-una-nuova-concezione-delle-case-di-reclusione&catid=102:news&Itemid=90

 

 

TESTI E BIBLIOGRAFIA SU CARCERI E DETENUTI
(segnalaci libri, testi, articoli, interviste, saggi, ricerche...)


URLA DAL SILENZIO - DAL TERRITORIO DEGLI UOMINI OMBRA
BLOG DEGLI ERGASTOLANI OSTATIVI

http://urladalsilenzio.wordpress.com


ZANNA BLU - LE AVVENTURE - di CARMELO MUSUMECI
prefazione di MARGHERITA HACK
- Gabrielli Editore
Carmelo Musumeci è un ergastolano, promotore di una legge di iniziativa popolare per l'abolizione dell'ergastolo di cui Margherita Hack è prima firmataria. "Questa seconda opera di Musumeci è il riscatto: non più il racconto reale di una vita nuda e cruda che trova nel presente il risultato di un passato rovinoso, poco attento, gramo di sentimenti e di amore di cui un fanciullo ha bisogno e chiede. Questi sono racconti che insegnano il coraggio, l’amore per la libertà, l’amore disperato per la compagna: scritti in maniera semplice senza retorica. Grazie a questa sua capacità di esprimere i suoi sentimenti Carmelo si ricostruisce una vita spirituale libera, che vale la pena di essere vissuta e che trasmette al lettore, bambino o adulto che sia, una profonda umanità. Sono favole, ma favole che fanno riflettere". (dalla prefazione) 
http://www.carmelomusumeci.com

.
PRIGIONI - AMMINISTRARE LA SOFFERENZA - di PIETRO BUFFA - edizioni Gruppo Abele. Pietro Buffa attualmente è provveditore regionale dell’Amministrazione Penitenziaria in Emilia Romagna. Il libro racconta le sue esperienze come direttore di diverse carceri, analizza i problemi, le contraddizioni, le rigidità del sistema carcere italiano intravedendo alla fine un percorso di possibili aperture non solo sulla organizzazione del carcere, ma anche su un altro sistema della punizione. http://www.edizionigruppoabele.it/products-page/le-staffette/prigioni/

URLA A BASSA VOCE - testi di ergastolani ostativi, a cura di Francesca De Carolis
                                   prefazione di Don Luigi Ciotti
                                   edizione Stampa Alternativa

                                   http://www.stampalternativa.it/liberacultura/?p=293


CATTIVI E BUONI RAGAZZI - Il Progetto "Il carcere entra a scuola. La scuola entra in carcere" coinvolge ormai diverse città del Veneto: Padova, Verona, Vicenza. Volontari, detenuti e operatori penitenziari hanno incontrato alcune migliaia di studenti ...
http://www.ristretti.it/libri/index.htm


SPEZZARE LA CATENA DEL MALE - Perché questo libro? Perché arriva dal carcere. Tutto quello che in questo libro è raccontato ha una caratteristica, che lo rende diverso da altri testi più tecnici, più documentati, più profondi sulla mediazione penale e sulla giustizia riparativa: arriva dal carcere.
http://www.ristretti.it/libri/index.htm

 

PAROLE IN LIBERTA' TRA CARCERE E SCUOLE - Nell’ambito del progetto “Il carcere entra a scuola. Le scuole entrano in carcere” quest’anno abbiamo deciso di preparare un libro sul “metodo”, di creare cioè uno strumento utile a insegnanti, genitori, studenti per affrontare un percorso che metta in relazione le scuole con il carcere...
http://www.ristretti.it/libri/index.htm


LA PENA RACCONTATA AI RAGAZZI -  Il progetto "Carcere e scuola si incontrano" continua a crescere e lo dimostra anche questo nuovo libro, che contiene tantissime testimonianze di studenti e insegnanti, prima e dopo gli incontri con i detenuti.
http://www.ristretti.it/libri/index.htm


SE SBAGLI... TI CANCELLO - In questo libro i ragazzi di terza media si mostrano capaci di riflessioni molto "mature" sui temi della giustizia, del carcere e della pena...
http://www.ristretti.it/libri/index.htm


L'AMORE A TEMPO DI GALERA - Testimonianze e racconti di uomini e donne dal carcere, ma anche di chi, fuori, li sta ad aspettare ...
http://www.ristretti.it/libri/index.htm


CUCINARE IN MASSIMA SICUREZZA - curato da Matteo Guidi, edito da Stampalternativa, ricettario nato da un bel lavoro fatto con detenuti delle sezioni di massima sicurezza un pò di tutta Italia. Insomma, quelli “cattivi”…  La premessa è che sono sicuramente di parte. Alcuni degli autori del libro di ricette sono le voci di “Urla a bassa voce”...
http://www.laltrariva.net/?p=839

 
LETTERA DI UNA MOGLIE AL MARITO DETENUTO (di Anna Giuba)
http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1228:lettera-di-una-moglie-al-marito-detenuto&catid=102:news&Itemid=90

 

 

ALTRE ESPERIENZE DIDATTICHE, CREATIVE, FORMATIVE IN CARCERE
(segnalaci quelle che conosci)

yoga in carcere - intervista a Gyan Bodha

http://centroyogasatyanandamilano.blogspot.it/2013/03/yoga-in-carcere-intervista-gyan-bodha.html

CICATRICI E GUARIGIONI - Casa Circondariale Lorusso-Cutugno (Torino)
coordinamento registico di Claudio Montagna (Teatro Società)

http://www.teatrosocieta.it/index.php/cosa-facciamo/teatro-e-sociale/41-vallette.html

 

 

 

adotta
 

PROGETTO EUROPEO PAROL
SCRITTURA E ARTI NELLE CARCERI
- oltre i confini, oltre le mura -

 

 

 

      bolle

 AMO LE BOLLE DI SAPONE


Amo le bolle di sapone
questi mondi
così differenti,
i loro abbracci
tondi
pianeti leggeri,
piccoli geni
le vostre trasparenze
spinte
da un soffio di ventre.

E' una calda questione
svezzarsi volontariamente.

Da un labbro nascete
garbate
veneri di schiuma.
I vostri occhi
molli vetri acquosi.
La moltiplicazione
è un mormorio.
La risposta
un ornamento.

Vivere narrativamente
con colori che erano sogni
in un gioco d’azzardo che è sicuro.

Il mio diabolo mi dice di negoziare:
non potete negare questo favore
alla bolla schiusa del mio cuore.


Pietro Tartamella

 

 

 

5x100

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 28 Dicembre 2014 06:46 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare