Home Archivio News-Eventi RISULTATI CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU 9° EDIZIONE 2011
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
RISULTATI CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU 9° EDIZIONE 2011 PDF Stampa E-mail
Votazione Utente: / 69
ScarsoOttimo 
News - News
Scritto da Super Amministratore   
Martedì 13 Settembre 2011 16:02

 

LOGO
Cascina Macondo - Associazione di Promozione Sociale
Centro Nazionale per la Promozione della
Lettura Creativa ad Alta Voce e Poetica Haiku
Borgata Madonna della Rovere, 4  -  10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italy
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. www.cascinamacondo.com

 

 

CASCINA MACONDO

RISULTATI
CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU
IN LINGUA ITALIANA

9° EDIZIONE 2011


MANIFESTO DELLA POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA

ULTIMO AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2011

 
 
La 9° edizione 2011 del Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana bandito da Cascina Macondo ha visto la partecipazione di circa 600 autori, adulti e studenti,, provenienti da ogni parte del mondo (Italia soprattutto, Inghilterra, Olanda, Lituania, Belgio, Romania, Croazia, Bulgaria, Polonia, Giappone, Australia, Cile, Brasile), con 1200 haiku pervenuti. Esprimiamo il nostro ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile il successo di questa 9° Edizione: gli autori, il pubblico che ha votato, la stampa, le radio, i siti web, le riviste di poesia e letteratura, le biblioteche, le scuole, gli insegnanti, i prèsidi, i direttori didattici, le pro-loco, i locali pubblici, i teatri, le associazioni, i circoli culturali di italiani all’estero, gli amici che hanno trovato anche il tempo di appendere locandine in luoghi lontani.  Come ogni anno la Giuria ha letto scrupolosamente tutti gli haiku pervenuti, confrontandosi accaloratamente sino alla non facile scelta di selezionare i 114 haiku per la pubblicazione e, tra questi, decretare i vincitori. C’è sempre qualcuno che resta deluso in un concorso, pensando che sarebbe stato meglio premiare altri haiku. Certo, anche altri haiku meritavano di essere premiati, lo sappiamo anche noi. Ma abbiamo fatto la nostra scelta. Ci teniamo a ricordare che il Concorso Internazionale Haiku di Cascina Macondo, pur essendo un concorso con premi, non vuole essere una “competizione”. Esso è piuttosto, come ribadito più volte, e come la scelta della partecipazione palese suggerisce, un’annuale occasione di incontro e confronto fra gli appassionati di poesia haiku di tutto il mondo. Per togliere inoltre ogni dubbio sulla conformità sillabica o sulla presenza del Kigo, Kigo Temporis o Kigo Misuralis che alcuni haiku selezionati potrebbero a prima vista insinuare nel lettore, ricordiamo vivamente di leggere il nostro “Manifesto della poesia Haiku in lingua italiana”. Un arrivederci all’anno prossimo.
 

At the 9th Edition 2011 of the International Contest of Haiku Poetry in Italian, promoted by Cascina Macondo, took part about 600 authors, adults and students, coming from all over the world (above all Italy, United Kingdom, The Netherlands, Lithuania, Belgium, Romania, Croatia, Bulgaria, Poland, Japan, Australia, Chile, Brazil) with 1200 haikus. We thank all those who made possible the success of this 9th Edition: the authors, the voting public, the press, the radios, the websites, the poetry and literature magazines, the libraries, the schools, the teachers, the headmasters, the didactic directors, the municipal tourist boards, the theatres, the associations, the Italian cultural clubs abroad, the friends that found the time to hang a leaflet in far places. As every year the Jury read scrupulously all the 1200 haikus, discussing animatedly until the not easy choice to select the 114 haikus for publication and, among these ones, to choose the winners. There is always someone disappointed in a contest, thinking that it would have been better to award other haikus. We know for sure that also other haikus deserved to be awarded, but we took our choice. We want to remind that the Cascina Macondo’s International Haiku Contest, even if it is a prize contest, does not want to be a “competition”. It is rather, as repeated more than once and as the choice of the manifest participation suggests, a yearly occasion to meet and to confront among people passionate about haiku poetry all over the world. Besides, to remove every doubt about the syllabic conformity or the presence of Kigo, Kigo Temporis or Kigo Misuralis that some selected haiku could insinuate in the reader, we strongly suggest to read Cascina Macondo’s “Manifesto della poesìa Haiku in lingua italiana”. Goodbye till next year.


Pietro Tartamella e la Giuria



ringraziamenti alla giuria
Alessandra Gallo, Annette Seimer, Antonella Filippi, Arianna Sacerdoti,
Domenico Benedetto, Fabia Binci, Fabrizio Virgili, Floriana Porta,
Oscar Luparia, Pietro Tartamella, Terry Olivi

ringraziamenti alla giuria onoraria
Ban’ya Natsuishi (Giappone), Danilo Manera (Italia),
David Cobb (Inghilterra), Jim Kacian (USA), Max Verhart (Olanda),
Visnja Mcmaster (Croazia), Zinovy Vayman (Russia)

ringraziamenti agli sponsor e ai patrocini
Regione Piemonte   www.regione.piemonte.it
Fondazione Italia-Giappone   www.italiagiappone.it
Villaggio La Francesca   www.villaggilafrancesca.it  
Pensione Signorini  www.pensionesignorini.it
Edizioni Angolo Manzoni  www.angolo-manzoni.it
Circolo dei Lettori   www.circololettori.it
011Torino il Computer a 360°   www.011Torino.com 
FanVision Produzioni Cinematografiche   www.fanvision.webs.com
Associazione “Zio John” Prati del Vallone  http://www.ziojohn.com

 
LA PREMIAZIONE E' FISSATA PER DOMENICA 20 NOVEMBRE 2011
a Cascina Macondo - Borgata Madonna della Rovere, 4
10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italia

 
Presenti i Giurati, la Redazione di Cascina Macondo,
gli Sponsor, gli Autori premiati, la Stampa, il pubblico interessato

La manifestazione è aperta al pubblico, previa indispensabile prenotazione a causa dei posti limitati. Per lo stesso motivo si invita ogni bambino ad essere accompagnato al massimo da 4 adulti.
 
possibilità di pernottamento presso la Foresteria “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo
a costi di Bed and Breakfast



CERIMONIA DI PREMIAZIONE  - PROGRAMMA
*  inizio 14,30 puntuali
*  lettura ad alta voce intorno al fuoco degli Haiku classificati a cura del Gruppo I NARRATORI DI MACONDO e del gruppo VERBAVOX
*  cottura Raku dal vivo delle ciotole premio
*  consegna dei premi e dell’antologia QUESTO FILO DI VOCE
*  spettacolo musicale “In Viaggio” (il tema del viaggio, geografico ed interiore, attraverso una selezione di brani tratti dalle opere di Matsuo Basho). Musiche originali del progetto “L'inchiostro nel pozzo”. Nicola Pandini: laptop, percussioni elettroniche e loops, dan-bau - Stefano Pegoretti: laptop, chitarra, keyboard, loops e samples - Stefano Stofella: Narrazione
*  thè, caffè, spicchio di torta per un momento conviviale
*  termine della manifestazione ore 18,30 circa

COMUNICARE CON UNA EMAIL LA PRESENZA ALLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE
 
 
 
PER NON SPRECARE RISORSE
si invitano gli interessati a
PRENOTARE IN TEMPO IL LIBRO “QUESTO FILO DI VOCE ”
(tiratura limitata - edizioni Alba Libri)
scritto con accentazione ortoèpica lineare
raccoglie i 114 haiku classificati

al Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo edizione 2011

COSTO A COPIA EURO 12,00 + SPESE DI SPEDIZIONE
 
contributo per spese di spedizione
- euro 5    per plico contenente da  1 a 5 copie, per l'Italia   -- euro 11 per l'Estero
- euro 9    per plico contenente da  6 a 10 copie, per l'Italia  -- euro 14 per l'Estero
- euro 15  per plico contenente da  11 a 20 copie, per l'Italia  -- euro 18 per l'Estero
- euro 19  per plico contenente oltre le  21 copie, per l'Italia  -- euro 25 per l'Estero
 
Preferiamo evitare il pagamento contrassegno, per gli eccessivi costi, e per non rischiare
che il pacco torni in dietro non avendo il postino trovato nessuno in casa.
Il pagamento va effettuato con Bonifico Bancario.


Si prega (se ancora non è stato fatto) di inviare l'indirizzo esatto dove far recapitare il plico

Si prega di inviare una email non appena il bonifico è stato eseguito
 
 
dati di Cascina Macondo per bonifico bancario
conto corrente N° 1000 / 13268 Istiuto Bancario  "BANCA PROSSIMA"
filiale 05000 di Milano, Via Manzoni ang. Via Verdi, codice postale 20121
IBAN      IT13C0335901600100000013268 
  per versamenti italiani
BIC         BCITITMX 
   codice per versamenti internazionali
 

intestazione del bonifico
Cascina Macondo - Borgata Madonna della Rovere, 4 - 10020 Riva Presso Chieri- Torino - Italy

causale del versamento
Prenotazione copie "questo filo di Voce"

 
L'ANTOLOGIA SARA' DISPONIBILE PER IL 20 NOVEMBRE 2011
GIORNO DELLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE A CASCINA MACONDO




!!!!! ATTENZIONE – IMPORTANTE !!!!!

I PREMI AI 10 CLASSIFICATI
DELLA SEZIONE INDIVIDUALE E DELLA SEZIONE COLLETTIVA
VERRANNO CONSEGNATI SOLO AGLI AUTORI PRESENTI ALLA CERIMONIA,
O A LORO RAPPRESENTANTI MUNITI DI DELEGA


<><><>


I PRIMI DIECI CLASSIFICATI - SEZIONE INDIVIDUALE
traduzione in inglese di Antonella Filippi
stesura delle motivazioni della giuria a cura di Fabia Binci


1° PREMIO  Bandinelli Pier Luca - Italia - Roma
2° PREMIO  Borgo Giovanni - Italia - Vicenza
3° PREMIO  Torella Fiorenza – Italia - Genova



4° PREMIO PARI MERITO

Bertoglio Chiara - Italia - Torino
D'Ingeo Luigi - Italia - Bari
Fiozzi Andrea - Italia -    Mantova
Gomez Montoya Dilson Giovanny - Italia - Massa Carrara
Predazzi Benedetto - Italia - Varese
Pyra Dorota - Polonia
Vanden Broeck Guy - Belgio


PRIMO CLASSIFICATO - PREMIO

- preziosa ciotola in ceramica Rakuhaiku
- soggiorno di una settimana per due persone al Villaggio La Francesca (Cinque Terre)
- antologia QUESTO FILO DI VOCE con i 114 haiku selezionati al concorso
- attestato di merito



terra che trema
non luoghi dove andare
se non me stesso   

quaking earth
no places to go
if not myself


Bandinelli Pier Luca - Roma


MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
La terra trema, un grido sale dalle sue viscere, come l’urlo di Munch. L’angoscia del terremoto mette l’uomo senza protezione di fronte alla natura, gli rivela la sua assoluta fragilità. Il primo istinto è fuggire. Ma dove? Tutte le certezze si sono sgretolate in un attimo (sorpresa, smarrimento, Wabi). Nessun riparo, nessun luogo dove andare. Si può contare solo sulle proprie forze. Rifugiarsi in se stessi diventa l’unica salvezza per ritrovare tensione vitale e dare un senso a ciò che accade. In questo haiku il terremoto diventa metafora della morte che può sorprendere in qualunque momento, per cui vivere diventa forgiarsi gli strumenti per accettarla. In esso sono intimamente collegati il sentimento della caducità delle cose (Aware), e del mistero che avvolge ogni realtà (Yugen).

The earth trembles, a shout comes up from its bowels, as in Munch’s shout. The anguish for the earthquake confronts him with nature, unprotected, revealing him his absolute weakness. The first instinct is to escape. But where? All certainties fell to pieces in a moment (surprise, dismay: Wabi). No shelter, no place to go. One can only rely upon one’s own efforts. To seek refuge in oneself becomes the only possibility to find vital force again and to give a sense to what happens. In this haiku the earthquake becomes a metaphor for death, that can surprise us in whatever moment, so living becomes moulding the instruments to accept it. In this haiku are closely linked the feeling of the transience of things (Aware) and of the mystery shrouding every reality (Yugen).



SECONDO CLASSIFICATO - PREMIO
- preziosa ciotola in ceramica Rakuhaiku
- soggiorno di una settimana per due persone alla Pensione Signorini (Castiglioncello)
- antologia QUESTO FILO DI VOCE con i 114 haiku selezionati al concorso
- attestato di merito

sarà cascata
Questo filo di voce
sotto la neve

it will be a waterfall
this thin voice
under the snow


Borgo Giovanni - Vicenza


MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Scorre sotto la neve, è appena percettibile la sua voce, un rivoletto, le sue goccioline sono state neve compatta e prima ancora molecole di nuvola. Attraversa il granito, il calcare, e prima o poi zampilla in cascata fragorosa, fra anfratti di roccia (Wabi – Sabi). Sfuggito all’oscurità, brillerà al sole, rifletterà il cielo, la vegetazione e intonerà un canto trionfante di vitalità. In questo haiku, dal Kigo primaverile del disgelo, vi sono infiniti richiami metaforici (Yugen), legati all’acqua, elemento primordiale del ciclo cosmico, paziente e forte. E come non sentire anche il richiamo alle proteste delle nuove generazioni che, le cui voci germogliate sul web come proteste isolate, si sono unite fino a diventare movimenti in grado di chiedere ai governanti dei loro paesi un cambiamento radicale?

It flows under the snow, it’s voice is hardly audible, a tiny trickle, its little drops have been compact snow and before were molecules of a cloud. It passes through granite, limestone, and before or later it spurts in a rumbling waterfall, among rocky gorges (Wabi-Sabi). Escaped from darkness, it will shine in the sun, it will reflect the sky, the vegetation, and it will strike up a song exulting with vitality. In this haiku, with the Spring Kigo of thaw, there are many metaphoric references (Yugen), linked to water, primeval element of the cosmic cycle, patient and strong. And how is it possible not to refer also to the protests of the new generations, whose voices, sprang up in Internet as isolated protests, joined together becoming movements able to ask for a radical change to the governments of their countries?


TERZO CLASSIFICATO - PREMIO
- preziosa ciotola in ceramica Rakuhaiku
- soggiorno di una settimana per due persone al Rifugio Alpino “Zio John” (Pietraporzio)
- antologia QUESTO FILO DI VOCE con i 114 haiku selezionati al concorso
- attestato di merito


senza rumore
sul fiume scorre lento
un filo d'erba

noiseless
on the river slowly flows
a blade of grass


Torella Fiorenza - Genova



MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Haiku di rara armonia, la cui dimensione più profonda è il silenzio. Pochi tratti essenziali per restituire la purezza di un paesaggio arcano: il fiume e un filo d’erba (Kigo di primavera). Nella quiete più totale, che è anche quiete interiore (Sabi), in cui vibrano e si dissolvono le sensazioni, balena il mistero nascosto dietro l’apparenza delle cose (Yugen). Il fiume scorre lentamente; chi si ferma a guardare si confonde con la limpidezza delle sue acque, diventa quell’esile filo d’erba, che ha risvegliato la sua attenzione (Wabi). Chissà dove, chissà come è finito nelle acque del fiume e galleggia verso un incerto destino, forse arriverà all’abbraccio del mare, forse si incaglierà prima. La fugacità conferisce una struggente dolcezza al gusto del vivere.

A haiku of rare harmony, whose deeper dimension is silence. A few essential strokes to restore the purity of an arcane landscape: the river and a blade of grass (Kigo: Spring). In the absolute quietness, that is also inner calm (Sabi), in which sensations vibrate and dissolve, the mystery hidden behind the appearence of things reveals (Yugen). The river flows slowly; the one who stops and looks mingles with the clearness of its waters, becoming that thin blade of grass that awoke his/her attention (Wabi). Goodness knows where, goodness knows how it fell into the river and it floats towards an uncertain destiny: maybe it will arrive to the embrace of the sea, maybe it will come to a standstill before. The fleetingness gives a yearning sweetness to the taste for life.
 

QUARTI CLASSIFICATI PARI MERITO - PREMIO
- antologia QUESTO FILO DI VOCE con i 114 haiku selezionati al concorso
- attestato di merito



Riso sul mento:
l'anziano senza casa
non sa mangiare   

Rice on the chin:
the homeless old man
does not know how to eat


Bertoglio Chiara - Torino



Tappezzeria.
Ha ridato l'odore
della mancanza.

Wallpaper
It gave again the smell
of absence


D'Ingeo Luigi - Bari



Porta aperta,
entrate tutti quanti.
Anche il freddo

The door is open,
get in everybody.
Cold too

Fiozzi Andrea - Mantova



Dentro lo specchio
mio padre nel velluto
grigio - contemplandomi.

Inside the mirror
my father in grey velvet -
gazing at me


Gomez Montoya Dilson Giovanny - Massa Carrara



fradicio d'acqua
un cane guarda il cielo
fradicio d'acqua

soaked with water
a dog looks at the sky
soaked with water


Predazzi Benedetto - Varese



stella cadente –
prima goccia di latte
dal mio seno

shooting star -
the first drop of milk
from my breast   

spadaj? ca gwiazda –
pierwsza kropla mleka
z mojej piersi   


Pyra Dorota - Polonia



Brezza di marzo –
si regge il rampicante
alla sua ombra

March breeze -
the vine holds on
to its shadow


Vanden Broeck Guy - Belgio




I PRIMI DIECI CLASSIFICATI - SEZIONE COLLETTIVA
traduzione in inglese di Antonella Filippi
stesura delle motivazioni della giuria a cura di Fabia Binci


1° PREMIO   Filippi Andrea - ISISS Casagrande – Italia – Treviso
2° PREMIO   Chen Sensen - Scuola Media Statale “Croce Morelli” - Italia - Torino
3° PREMIO   Galiffo Edoardo - Scuola Elem. di Magliano Romano - Italia - Roma

   


4° PREMIO PARI MERITO

Argenzio Benedetta - Liceo “Jacopo Sannazaro” - Italia - Napoli
Bossa Francesco - Liceo “Jacopo Sannazaro” - Italia - Napoli
Goldabin Alexander - Scuola Elementare Nayanova - Russia - Samara
Mahad Isse Amal - Scuola Elementare “Cena-Abbadia di Stura” - Italia - Torino
Managò Marina - Scuola Elementare “Cena-Abbadia di Stura” - Italia - Torino
Taborre Simone - Scuola Elementare “Lessona” - Italia - Torino
Tortorici Giulio - Scuola Media “Giuseppe Moscati” - Italia - Roma


PRIMO CLASSIFICATO - PREMIO
- preziosa targa in ceramica Rakuhaiku alla Scuola o Ente di appartenenza
- antologia QUESTO FILO DI VOCE, con i 114 haiku selezionati, allo studente e all’insegnante
- attestato di merito allo studente


Ecco la sera
Scende a fiocchi la neve
Ognuno è diverso

evening’s here
snow falls in flakes
everyone is different


Filippi Andrea  - ins. Enza Carbone - ISISS Casagrande - Pieve di Soligo - Treviso

         
MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
La sera che scende nel silenzio ovattato, insieme a fiocchi di neve (Kigo invernale), regala bellezza pura e uno stato di grazia che illumina e fa riconoscere nella sua interezza anche un evento minuto come un cristallo di neve (Yugen). Tutto appare tranquillo (Sabi), i fiocchi scendono leggeri e evanescenti, come nel Valzer dello Schiaccianoci: sembrano tutti uguali, ma ognuno è diverso dall’altro, con proprie sfumature di luce e una geometria segreta che attira l’attenzione mentre accende il pensiero (Wabi). Ma non solo i fiocchi di neve sono tutti diversi fra loro, anche le persone che guardano quei fiocchi sono tutte diverse fra loro. Un senso di sospensione e di mistero (Yugen) avvolge l’haiku a sottolineare l’unicità di ogni aspetto del reale e al tempo stesso la sua universalità.

Evening falls in a muffled silence, together with snowflakes (Kigo: winter), giving pure beauty and a state of grace lighting up and making recognize in its wholeness even a small thing as a snow crystal (Yugen). Everything appears calm (Sabi), snowflakes fall light and evanescent, just like in the Nutcracker Waltz of the Snowflakes: they all seem similar, but everyone is different from one another, with its own shades of light and a secret geometry drawing attention while it lights thought (Wabi). Not only the snowflakes are all different among them, but also the people looking at those snowflakes are all different among them. A sense of suspense and mystery (Yugen) wraps this haiku, to underline the uniqueness of every aspect of reality and in the same time its universality.


SECONDO CLASSIFICATO - PREMIO
- preziosa targa in ceramica Rakuhaiku alla Scuola o Ente di appartenenza
- antologia QUESTO FILO DI VOCE, con i 114 haiku selezionati, allo studente e all’insegnante
- attestato di merito allo studente



Cade la neve
la porto dalla nonna
sciolta in mano

Snow falls
I take it to granny
melted in my hand   


Chen Sensen  - ins. Loredana Garnero - Scuola M. Statale Croce Morelli - Torino



MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Ecco un haiku di luminosa levità e sorridente grazia (Karumi): sta nevicando, uno spolverio di fiocchi candidi o lente falde che ondeggiano silenziose prima di posarsi sulle cose. Tutto è silenzio incantato (Sabi). È irresistibile il fascino che quel candore leggero evoca, il ragazzo (o la ragazza) sente di dover condividere l’emozione con la nonna e decide di portarle una manciata di fiocchi. Ma la bellezza sulla mano è evanescente, non dura che un istante: la neve si scioglie. Nello stupore doloroso e divertito (Wabi) il ragazzo (o la ragazza) sperimenta la fragilità della bellezza (Aware): la neve, come la rugiada o i petali di un fiore, non dura che un attimo, ma imparerà con il tempo che saper godere di quell’attimo è suprema saggezza.

Here is a haiku full of bright lightness and smiling grace (Karumi): it is snowing, a sprinkling of white flakes or slow large flakes waving silently before settling on things. Everything is enchanted silence (Sabi). The charm evoked by this whiteness is irresistible. The young boy (girl) wants to share this emotion with the grandmother and decides to take her a handful of flakes. But beauty in the hand is evanescent, it does not last but a moment: the snow melts. With painful and amused astonishment the young boy (girl) experiments the fragility of beauty (Aware): snow, like dew or the petals of a flower, lasts only a moment, but he (she) will learn with time that the supreme wisdom is to be able to enjoy this moment.


TERZO CLASSIFICATO - PREMIO
- preziosa targa in ceramica Rakuhaiku alla Scuola o Ente di appartenenza
- antologia QUESTO FILO DI VOCE, con i 114 haiku selezionati, allo studente e all’insegnante
- attestato di merito allo studente


Canna da pesca
voglia di stare solo
con mio padre

fishing rod
desire to be alone
with my father


Galiffo Edoardo - ins. Daniela Costanzi
- Scuola Elementare di Magliano Romano - Roma



MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
C’è sempre all’origine della passione per la pesca un padre che porta con sé il bambino, gli regala la prima canna da pesca, gli insegna ad annodare l’amo, preparare l’esca, lanciare la lenza e seguire le fluttuazioni del galleggiante... Sono momenti magici che non si dimenticano mai. Per questo l’haiku regala suggestioni intense di nostalgia (Aware) e di empatia profonda. La canna da pesca esercita un fascino intenso sul piccolo autore, perché evoca nitidi ricordi di ore trascorse con il padre presso un torrente o in riva al mare, a srotolare metri di lenza, in un’atmosfera di distensione serena, che non finisce mai di rimpiangere. Gli basta vedere la canna da pesca per sentire prepotente il desiderio di ritrovarsi ancora con il padre. Da solo, per non condividere con altri attese cariche di emozioni e di silenzio complice.

The passion for fishing always originates from a father bringing the child with him, giving him his first fishing rod, teaching him to knot the fish hook, to prepare the bait, to launch the fishing line and to follow the swing of the float … These are magic moments that will never be forgotten. For this the haiku gives us an intense awesomeness full of nostalgia (Aware) and deep empathy. The fishing rod has an intense charm on the little author, because it evokes clear memories of hours spent with the father near a stream or by the seashore, to unroll meters of fishing line, in an atmosphere of quiet relaxation, that he never ends to regret. It is enough for him to see the fishing rod to feel the pressing desire to be again with his father. Alone, not to share with others expectations full of emotions and of conspiratorial silence.


QUARTI CLASSIFICATI PARI MERITO - PREMIO
- antologia QUESTO FILO DI VOCE, con i 114 haiku selezionati, allo studente e all’insegnante
- attestato di merito allo studente



Cancello chiuso
e sembrano prigioni
scuola e amore

Closed gate
and school and love
seem prisons

   
Argenzio Benedetta - ins. Arianna Sacerdoti - Liceo “Jacopo Sannazaro” -  Napoli



Solo un limone.
Ma uno è abbastanza
come pallone.

Only one lemon.
But one is enough
as ball


Bossa Francesco - ins. Arianna Sacerdoti - Liceo “Jacopo Sannazaro” -  Napoli



spariti i corvi
per lo spaventapasseri
niente da fare   

The crows are gone.
And there is nothing for you to do,
A scarecrow in the field.


Goldabin Alexander - ins. Irina Kogan - Scuola Elementare Nayanova - Russia



Io giocherò -
giocattoli per terra
i miei fratelli

I will play -
toys on the ground
my brothers


Mahad Isse Amal - ins. Maria Pessetti - Progetto Muse
Scuola Elementare “Cena-Abbadia di Stura” - Torino




Hip hop danziamo
ondeggiano le teste
sino a casa

Hip hop we dance
the heads waving
till home


Managò Marina - ins. Maria Pessetti - Progetto Muse
Scuola Elementare “Cena-Abbadia di Stura” - Torino




Un bucaneve
piccolo bianco scioglie
neve d'inverno

A snowdrop
small white melts
winter snow


Taborre Simoneins. Anna Ciccarello - Progetto Muse   
Scuola Elementare “Lessona” - Torino




Rondini vanno
Dietro le ali resta
Neve che cade

Swallows go
Behind the wings
Falling snow remains  
 

Tortorici Giulio - ins. Loredana Savelli
- Scuola Media “Giuseppe Moscati” - Roma

   


ELENCO COMPLETO CON GLI ALTRI 94 HAIJIN SELEZIONATI
PREMIO PUBBLICAZIONE  IN ANTOLOGIA “QUESTO FILO DI VOCE”

Agostini Ariele - Milano – Sezione Adulti
Alineri Fiorenza - Asti – Sezione Adulti
Amrhar Yasmin – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Argenzio Benedetta – Napoli - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Baldi Nicolò – Roma - Sezione Scuole
Bandinelli Pier Luca - Roma - 1° PREMIO Adulti
Bandira Mekuria Himonna – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Banella Cristina – Roma  – Sezione Adulti
Basti Daniela - Torino – Sezione Adulti
Bastianini  Andrea - Genova - Sezione Scuole
Bedini Pierluigi - Massa Carrara – Sezione Adulti
Bertoglio Chiara - Torino - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Bizzarro Sonia Maria - Novara – Sezione Adulti
Bobos–Shtembari Alex–Alessio - Roma - Sezione Scuole
Bonissone Clara - Genova – Sezione Adulti
Borgo Giovanni - Vicenza - 2° PREMIO Adulti
Bossa Francesco – Napoli - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Buzzacchi Lella - Bergamo – Sezione Adulti
Caravello Piera - Torino – Sezione Adulti
Carlo Desirè – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Casali Fanny - Genova – Sezione Adulti
Cavallo Gabriele - Cuneo – Sezione Adulti
Cerutti Giordana - Brescia – Sezione Adulti
Chen Sensen – Torino - 2° PREMIO Scuole
Chincoli Martina – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Cianfanelli Claudia - Roma - Sezione Scuole
Ciobîca Cezar-Florin - Romania – Sezione Adulti
Ciupitu Iulian - Romania – Sezione Adulti
Contoli Antonio - Roma – Sezione Adulti
Curci Simone – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Dabija Andrei – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Damaceno Rayssa – Torino - Sezione Scuole
D'Andreagiovanni Graziana - Teramo – Sezione Adulti
Dascanio Dennis – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
De Benedittis Alessandro - Bari – Sezione Adulti
De Gregorio Anna Elisa - Torino – Sezione Adulti
De Poli Graziella - Genova – Sezione Adulti
Deghenghi Paolo - Genova – Sezione Adulti
Di Matteo Rosa - Cosenza – Sezione Adulti
Digiuni Giulia - Cremona – Sezione Scuole
D'Ingeo Luigi – Bari - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Drumheller Doc - Australia – Sezione Adulti
Enrietto Margherita – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Facchini Chiara – Napoli – Sezione Scuole
Fantini Chiara - Torino – Sezione Adulti
Fatello Emanuel - Torino – Sezione Adulti
Filippi Andrea – Treviso - 1° PREMIO Scuole
Fiozzi Andrea - Mantova - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Firpo Dario – Genova - Sezione Scuole
Galiffo Edoardo – Roma - 3° PREMIO Scuole
Gioia Lara Teresa – Napoli – Sezione Scuole
Giordano  Francesco – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Giraudo  Antonella – Cile - Sezione Scuole
Goldabin Alexander - Russia - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Gomez Montoya Dilson Giovanny - Massa Carrara - 4° PREMIO P.M. Sezione Adulti
Gostoli Luciano - Roma – Sezione Adulti
Guillaro Mariagiovanna – Napoli – Sezione Scuole
Gurkova Alexandra - Russia - Sezione Scuole
Hadzovic Miriana – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Kamalov Farit - Russia - Sezione Scuole
Kissou Kenza – Torino - Sezione Scuole
Liao Michele - Roma - Sezione Scuole
Magalhaes Franklin - Brasile – Sezione Adulti
Magro Eros - Vicenza – Sezione Adulti
Mahad Isse Amal - Torino - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Managò Marina - Torino - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Metta Michela – Torino - Sezione Scuole
Mezzacapo Rossella - Caserta – Sezione Adulti
Miclaus Silvestru - Romania – Sezione Adulti
Mocanu Francesco – Roma - Sezione Scuole
Montieri Arturo - Roma – Sezione Adulti
Morosan Cesar – Torino - Sezione Scuole
Munari Sara – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Muniz Renny – Torino - Sezione Scuole
Musneci Marzia - Roma – Sezione Adulti
Nazansky Boris - Croazia – Sezione Adulti
Nigro Anna - Napoli - Sezione Scuole
Noka Alda – Torino - Sezione Scuole
Nuzzolo Carla – Napoli – Sezione Scuole
Palermo Giuseppe - Milano – Sezione Adulti
Pennisi Sara – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Pessetti Maria - Torino – Sezione Adulti
Pickalov Kyril - Russia - Sezione Scuole
Piffardi Luca – Cile - Sezione Scuole
Polizzi–Shtembari Ilaria–Alessio – Roma - Sezione Scuole
Pollini Marzia - Brescia – Sezione Adulti
Popova Anna - Russia - Sezione Scuole
Predazzi Benedetto - Varese - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Pyra Dorota – Polonia - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Ramponi Annamaria - Torino – Sezione Adulti
Revelli Cinzia - Savona – Sezione Adulti
Ribotta Laura - Torino – Sezione Adulti
Russo Antonella - Milano – Sezione Adulti
Sabato Alessia – Torino – Progetto Muse - Sezione Scuole
Sabo Jonut – Torino - Sezione Scuole
Sacchetti Rita - Torino – Sezione Adulti
Saeki Junko - Giappone – Sezione Adulti
Salazar Elizabeth – Torino - Sezione Scuole
Sedachev Igor - Russia - Sezione Scuole
Semenoy Mikhail - Russia - Sezione Scuole
Silanskas Arturas - Lituania     – Sezione Adulti
Simmonds Keith - Inghilterra – Sezione Adulti
Soldà Giacomo - Venezia – Sezione Adulti
Sotskv Timur - Russia - Sezione Scuole
Stegani Alessandro – Torino – Progetto Muse
Taborre Simone - Torino - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Terryn Frans - Belgio – Sezione Adulti
Torella Fiorenza - Genova -    3° PREMIO Adulti
Tortorici Giulio - Roma - 4° PREMIO PARI MERITO Scuole
Trendafilova Kalina - Bulgaria – Sezione Adulti
Vanden Broeck Guy – Belgio - 4° PREMIO PARI MERITO Sezione Adulti
Vigilante Valeria – Napoli – Sezione Scuole
Visconti Tommaso - Roma - Sezione Scuole
Werners Elle - Olanda – Sezione Adulti


CHI DESIDERA SPONSORIZZARE
LA PROSSIMA 10° EDIZIONE - ANNO 2012
DEL CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA EDITO DA CASCINA MACONDO
RICHIEDA INFORMAZIONI ALL'INDIRIZZO: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



 

I LIBRI DI CASCINA MACONDO

 

5x100

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 04 Settembre 2016 07:59 )
 

Time Zone Clock

Sondaggio

Accentazione ortoèpica lineare